Fontevivo PR – Domenica 27 settembre Festa dell’Uva

nessun commento

Fontevivo Corte Collegio dei NobiliFiera Settembrina tra vino, caldarroste e succo d’uva. Sagra con eventi per tutti i gusti: mostra-mercato di prodotti tipici, hobbisti, musici itineranti, mostra fotografica che documenta il mondo agricolo, giri in carrozza in paese, mangiafuoco, concerto corale polifonico, degustazione di vini, incontri culturali tra vino e territorio, visite guidate agli affreschi nella chiesa dei frati cappuccini, spettacoli, animazione, pesca di beneficenza. Ingresso libero

FONTEVIVO, PR – Vitis vinifera, o per meglio dire grappoli bianchi e viola da vino, frutti da tavola, chicchi da fare appassire adatti poi nella preparazione dei dolci, semi per fare l’olio di vinaccioli e acini da cui estrarre il succo d’uva.

E’ proprio l’uva – abbinata a caldarroste, torta fritta calda e prodotti tipici del parmense – la regina di una vera e propria festa che omaggia in maniera duplice l’Italia nazione primo produttore al mondo di uva da tavola e Fontevivo, terra bonificata dai monaci cistercensi, che vantava nella storia vigneti e vitigni.

Ecco perché domenica 27 settembre, tutto il giorno, il Comune di Fontevivo propone l’edizione duemilanove della Festa dell’Uva, appuntamento tradizionale, occasione per fare festa in piazza e in paese, rivivendo atmosfere e sapori caratteristici di una sagra d’autunno.


L’iniziativa si apre alle
10 con una mostra-mercato di prodotti tipici – immancabile il Parmigiano Reggiano che ben si sposa con l’uva da tavola – bancarelle degli hobbisti, creativi dell’artigianato e del decoupage. Adulti e bambini potranno provare l’emozione di fare un giro per il paese su un mezzo d’altri tempi: una carrozza trainata da cavalli. Sarà l’occasione per fare rivivere l’epoca in cui non esisteva il gas metano e ci si spostava più lentamente.

Se Festa dell’Uva vuol dire Italia ecco allora che arrivano a Fontevivo per la prima volta i dalle 10.30 alle 13 i musicisti itineranti “Folk Quintetto”: tra stornelli, ritornelli, canzoni, i cantastorie in costume tipico della migliore tradizione delle feste dell’uva marchigiane proporranno animazione e intrattenimento nelle vie del paese con strani strumenti artigianali, tamburelli.

Nel circolo Anspi, adiacente l’Abbazia Cistercense, è allestita una mostra fotografica dal titolo: “Rassegna storica nel mondo agricolo” con immagini di mestieri antichi in campagna e frammenti di vita contadina.

Nell’area verde della Chiesa di San Bernardo, ci sarà  l‘esposizione ed esibizione di automodelli ed elicotteri a scoppio in scala, che affascineranno grandi e piccini.

Dalle 14.30, l’animazione pomeridiana riempie di allegria il centro storico, grazie alla simpatica brigata degli “Amici di Giogiò” che offrono intrattenimento itinerante per bambini e adulti, conduzione e animazione degli eventi della giornata, Truccabimbi in tema, spettacolo con un mangiafuoco.

Alle 14.30 in centro ecco servito il piatto forte della festa, molto atteso dai bambini: la pigiatura dell’uva in piazza, in una grande tinozza di legno. I ragazzini a piedi nudi e gambe scoperte si divertiranno a pestare i chicchi e vedere il risultato della loro paziente operosità: il dolce succo d’uva che esce  e con gli imbuti riempie le bottiglie.

Alle 15.30, nella Sala del Duca del Collegio dei Nobili, va in scena una lettura teatrale animata per bambini con musica dal vivo dal titolo “La coniglietta e la tartaruga”.


A corollario dell’evento, balli latino-americani a cura di Dee Jay Robby davanti al locale “Degustazione San Bernardo” porteranno un pizzico di movida. Giostrine per i più piccini saranno allestite invece nel piazzale antistante l’ex convento dei Frati Cappuccini.

Gran finale alle 21, con il concerto della Corale polifonica Farnesiana – nella suggestiva cavea della chiesa di San Bernardo – in un evento testo a proporre il repertorio polifonico in Italia.
La Corale è una consolidata realtà nel panorama nazionale e internazionale. La grande esperienza dimostrano in pochi anni la vitalità dell’istituzione che ha portato il coro a significativi traguardi.

Associazionismo in piazza

Le associazioni del territorio (eventi presentati in rigoroso ordine alfabetico) allestiranno i loro stand per promuovere progetti e iniziative culturali, socio-solidali, sportive, nell’ottica di dare visibilità alla voglia di “mettersi in gioco” di alcune associazioni che operano per il bene della comunità.


Arte e Cultura. Associazione Amici della Badia. Visite guidate agli affreschi della Chiesa dei Frati Cappuccini (ore 10.00-12.00 e 14.00-18.00) a cura dell’Associazione culturale Amici della Badia.


Cultura, enogastronomia e territorio. Associazione Aqua Saliens. Dalle 15.00 – nello stand della nuova associazione culturale fontevivese in centro storico – il giornalista Marco Epifani presenta “DiVino – Il vino dei Colli di Parma oggi: l’ideale ministro dei prodotti di eccellenza parmensi” un incontro aperto al pubblico con dibattito sui legami tra vino e territorio. Durante il simposio culturale si degusteranno quattro differenti vini. Si tratterà brevemente la storia della vite nel territorio parmense, come si vendemmiava una volta e la funzione sociale del vino. Intervengono alcuni viticoltori della zona e i vignaioli della Torrechiara, oltre a rappresentanti dell’associazione InOtio di Parma. Sarà presente una sommelier, che oltre a servire con maestria il vino nei calici, sarà a disposizione del pubblico per spiegazioni più dettagliate.

Cultura e Biblioteca. L’associazione Aqua Saliens propone l’iniziativa “Dona un libro e raddoppi il regalo”: tutti i bambini e i ragazzi che porteranno allo stand dell’associazione un libro usato ma in buono stato, riceveranno in cambio un piccolo dono. Le pubblicazioni raccolte verranno poi regalate alla biblioteca comunale: in questo modo il volumetto di un singolo cittadino diventa un testo di tutta la comunità.


Cultura. I volontari del progetto Nati per Leggere – a cui aderisce la Biblioteca Comunale di Fontevivo – alle 17.30, presentano negli spazi della struttura in viale Roma “Lettura per bambini dai 4 ai 7 anni”.


Didattica. Istituto comprensivo di Fontevivo. Nell’ex Convento dei Frati Cappuccini, scuole in mostra. Esposizione dei lavori eseguiti dagli alunni delle scuole del territorio, materne, elementari e medie.


Solidarietà. Circolo Anspi. Pesca di beneficenza a favore della scuola dell’Infanzia di Fontevivo organizzata dall’Associazione Amici della Badia.


Sport e Spettacolo. Lo Sport Club Fontevivo alle 16.30, nel piazzale del palazzo municipale, presenta uno show di hip hop e funky. Si esibiscono le ballerine del territorio – in gran parte ragazze e bambine da Fontevivo e dintorni – si coreografie e regia dell’insegnante di danza Veronica Varesi.

La Fiera Settembrina e Festa dell’Uva sono organizzate dal Comune in collaborazione con l’associazionismo locale.

Informazioni: Comune di Fontevivo, tel. 0521.611919 – 0521.611921.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

Settembre 27th, 2009 at 2:07 am