il Marat-Sade della Compagnia della Fortezza a Casalmaggiore

nessun commento

La possibilità di (ri)vedere un vero capolavoro, raro incontrarlo fuori da Volterra, il Marat-Sade della Compagnia della Fortezza a Casalmaggiore, dall’ottimo Giuseppe (Romanetti), sabato 6 febbraio, teatro: tel. 0375.200434, teatro@comune.casalmaggiore.cr.it info: 0375 284424, prenotazioni: 0375 284434, www.teatrocasalmaggiore.it e prende il via Tracce di Teatro d’Autore! il magnifico Federico viaggia tra i comuni del bolognese con una rassegna perfetta, nuovi gruppi, linguaggi, ricerche, ma anche maestri rimasti tenacemente fedeli a poetiche originali, dense, comunicative, http://www.traccediteatrodautore.it/ e incoraggiante per l’amore al teatro di tanti – no, non è desueto il teatro, ma solo chi la pensa così, incapace di confrontarsi con le passioni diffuse nel presente – Scena e controscena a Marghera, pubblico folto oltre il pensabile, bravissimi ancora Cristina (Palumbo/ Fondazione Venezia) e Antonino (Varvarà/ Questa Nave): davvero a volte è indispensabile il coraggio d’osare, fitto e reale anche il dialogo con i tanti presenti delle numerose giovani formazioni del territorio/ nazionali ed è partito l’invito a iscriversi per le audizioni, sempre con Fondazione Venezia, al corso triennale “Pedagogia della scena” diretto da Anatolij Vassiliev, una concezione più complessa e articolata di formazione, di passaggio di saperi. Bando su http://www.scuolecivichemilano.it/ http://www.esperienze-giovaniateatro.it/ Straordinario “Col sole in fronte” di/ con Maurizio Camilli del Balletto Civile/ Michela Lucenti, una misura esatta di teatro danza e concretezza quotidiana, astrazione metaforica e parole di niente /di sempre.

Certo meno potente di “Long Life”, indimenticato capolavoro, lo spettacolo di Alvis Hermanis “Le signorine di Wilko”, debuttato a Modena/Ert, con immagini comunque di straordinario fascino. Eccellenti gli incontri con “E’ bello vivere liberi!” di/con Marta Cuscunà e “Prendi un piccolo fatto vero” da testi di Edoardo Sanguineti, con Lino Guanciale, a cura di Claudio Longhi.
E subito segnalato per il Premio Eolo – naturalmente oltre il bell’Inverno di Rodisio – anche Kish Kush del Teatro Distinto.

aspettando naturalmente gli Ubu! E qui dovrò fermarmi per non incorrere – rischio già reale da più righe! – in qualche assai corrosiva reazione del buon henry (wow: e due!)

ci vedremo alle Buone Pratiche il 13 febbraio all’ITC di Bologna? Info: http://www.ateatro.it/. Per l’occasione slitterà anche la data di scadenza del Premio Garrone, fino al 28 febbraio: lì ricorderemo, Anna Giannelli innanzi tutto, la richiesta di indicare maestri del teatro e critici che abbiano saputo accompagnare la crescita di artisti, di gruppi…

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

febbraio 6th, 2010 at 1:03 am