Il dopo di noi: un futuro che deve essere presente

nessun commento

Un corso per sostenere familiari, volontari e operatori vicini a persone fragili

C’è tempo fino al 2 maggio per iscriversi al corso Il dopo di noi: un futuro che deve essere presente, una formazione per i familiari, i volontari e gli operatori coinvolti nella gestione quotidiana di persone fragili.

Quattro mercoledì sera, dal 4 maggio, per affrontare con lo psicopedagogista Augusto Malerba alcuni temi cardine intorno all’importanza del progetto di vita individuale volto a costruire il futuro, attraverso quei passaggi indispensabili verso la vita adulta e autonoma.

Per chi vive a fianco di persone con fragilità, il “dopo di noi” è un tema essenziale, strettamente legato a quello dell’autonomia. Il corso intende esplorare tutte le opportunità e gli spunti pratici, per costruire una vita il più possibile autonoma ma anche per favorire un confronto sul piano delle emozioni e delle esperienze.

Ecco il programma delle serate e gli argomenti:
– mercoledì 4 maggio – tra continuità e discontinuità: le parti e l’insieme della vita;
– mercoledì 11 maggio il dopo di noi: il senso e il nostro vissuto; il compito della famiglia
– mercoledì 18 maggio – la vita indipendente ed autonoma: cerchiamo e troviamo una soluzione
– mercoledì 25 maggio una comunità solidale e matura assicura garanzie; gli strumenti della tutela/sostegno

Tutti gli incontri si svolgeranno dalle 20 alle 22, al Laboratorio famiglia Oltretorrente in via Inzani 29, a Parma.

L’iniziativa è promossa all’interno del progetto FRAGILITA’ E AUTONOMIE per sostenere con la formazione coloro che ruotano intorno alle persone disabili e fragili con ruoli diversificati nella difficile sfida dello sviluppo dell’autonomia. Il progetto intende portare a riflettere sul “dopo di noi” costruendolo “durante noi”; promuovere un confronto su vissuti e timori e focalizzare l’attenzione sul diritto all’autonomia delle persone.

Per informazioni: Forum Solidarietà, telefono 0521.228330 e-mail l.bozzi@forumsolidarieta.it

Promuovono il progetto le associazioni: ANFFAS, Fa.Ce., La mano di scorta, ASBI, Caterina Zenov, Cristo Colombo, L’anello mancante, Liberi di volare, Nontiscordardime, Il cerchio azzurro, Camminiamo insieme.
Sono
partner: Anglat, CEPDI, Rete H di Fidenza, Consorzio Solidarietà Sociale, Fondazione Trustee.
L’iniziativa è realizzata con la collaborazione
di Forum Solidarietà

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Per inviare il tuo commento

Devi avere fatto il Login per postare il tuo commento. - Sul link Login click destro mouse e segliere nuova scheda o finestra e aggiornare la pagina -