“I Giovedì delle Ciminiere”, nuova rassegna di incontri e cene per due giovedì al circolo Arci di Ca’ de Caroli (Scandiano): il 7 luglio Flavio Oreglio, attore, e il 14 Armando Spataro, magistrato

nessun commento

I Giovedì delle Ciminiere” è il nome della nuova rassegna di incontri e cene promossa dal circolo Arci Le Ciminiere di Ca’ de Caroli, frazione di Scandiano (Reggio Emilia), in collaborazione con il circolo Fuori Orario, Epoché ArtEventi e Arci Solidarietà. La formula della cena seguita dal dibattito è quella ampiamente sperimentata dal circolo di Taneto e si ripropone per due giovedì estivi destinando il ricavato delle serate ai progetti curati da Arci Solidarietà in Mozambico.

È lo scrittore e cabarettista Flavio Oreglio a inaugurare la rassegna giovedì 7 luglio alle ore 20.30 con la presentazione del suo ultimo libroAprosdoketon” (Aliberti Editore), mentre giovedì 14 luglio alle 20.30 tocca al noto magistrato Armando Spataro, intervistato dal giornalista Pierluigi Senatore. L’ingresso è riservato ai soci Arci; per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0522-982753 o scrivere all’indirizzo leciminiere@virgilio.it.

Il primo incontro ha dunque per protagonista Flavio Oreglio col suo volume “Aprosdoketon”, in altre parole “Polveri comiche, scaglie satiriche e briciole di humour. Le statistiche dicono che un uomo su due preferisce due donne su uno. Fumate solo dopo aver fatto l’amore. È così che sono riuscito a smettere”. Aprosdoketon in greco significa “l’inatteso”… perché la sorpresa è l’anima della comicità. Poesie, monologhi, aforismi, battute: il linguaggio dell’artista reso popolare dalle poesie catartiche è semplice ed essenziale. Con uno stile che si rifà alla scuola milanese da Gaber a Jannacci, da Nanni Svampa ai Gufi, Oreglio è un entertainer completo: autore, attore, cantante, non lascia nulla al caso. I suoi versi minimalisti sono diventati un vero e proprio cult.

Questo libro, che propone una raccolta di aforismi inediti, è al contempo divertissement raffinato e riflessione, in un’alternanza di momenti che vedono la trattazione di temi sociali e politici per poi lasciare improvvisamente spazio a un sorriso, grazie al quale l’universo di Flavio Oreglio esplode come un micro big bang nella brevità di un aforisma.

Aprosdoketon” si inserisce nel progetto “Siamo una massa di ignoranti. Parliamone” ed è il culmine di un percorso che ha avuto inizio nel 2006 con il libro-cd omonimo (Bompiani/Catartica records) ed è proseguito con il volume “Non è stato facile cadere così in basso” (Bompiani, 2007), collegato al cd “Giù!” (Catartica records), cui ha fatto seguito “All’appello mancano anche i presenti” (Bompiani, 2009).

Flavio Oreglio è nato artisticamente a metà degli anni ’80 nei pub dei Navigli a Milano. Laureato in Scienze biologiche (ecologia), musicista, attore, cultore del teatro-canzone, dopo gli “Scritti giovanili” (1976-77) e l’opera “Ridendo e sferzando” (1985-95) è diventato un caso editoriale (due milioni di copie vendute) con la trilogia “Il momento è catartico” (Mondadori, 2000-05). Dal 2006 al 2010 ha elaborato il progetto teatral-editoriale “Siamo una massa di ignoranti. Parliamone”.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

luglio 7th, 2011 at 1:30 am

Per inviare il tuo commento

Devi avere fatto il Login per postare il tuo commento. - Sul link Login click destro mouse e segliere nuova scheda o finestra e aggiornare la pagina -