Un altro poker di comici di “Zelig” all’Euro Torri di Parma

nessun commento

Giovedì 28 luglio alle ore 21, gli Emo, i Senso D’oppio, Lastrico e Sambucco suggellano i “GiovedidEstate”; ingresso gratuito e negozi aperti fino alle 24

Sono quattro le nuove attrazioni comiche che hanno vivacizzato l’edizione 2011 di “Zelig” su Canale 5: Maurizio Lastrico, Andrea Sambucco, i Senso D’oppio e gli Emo (I Mancio e Stigma). Giovedì 28 luglio alle ore 21, al centro commerciale Euro Torri di Parma, tocca a loro suggellare la rassegna di spettacoli “GiovedidEstate”, organizzata per cinque giovedì in collaborazione e col patrocinio del Comune.

Il loro quadruplo show, a ingresso libero e gratuito, è collegato all’apertura fino a mezzanotte di tutti i negozi, bar e ristoranti dell’Euro Torri e viene presentato da Manuela Boselli con Sambucco nel doppio ruolo di conduttore e cabarettista, sul palco di piazza Balestrieri davanti all’entrata sud del complesso commerciale, che – per chi arriva da fuori città – si trova a 1 km dal casello “Parma Centro” della A1; info www.eurotorri.it, 0521-701290 e 0521-272148.

Maurizio Lastrico, genovese, classe 1979, proviene dal teatro, dalla recitazione studiata alla Scuola del Teatro Stabile di Genova, col diploma nel 2006. Esordisce in tv nel 2007, con il personaggio del catatonico, nella quarta stagione della sit-com “Camera Cafè”. Nel 2009 sbarca a “Zelig Off” cimentandosi nella sua Divina Commedia “rivisitata”, trattazione di temi quotidiani in lingua dantesca. Nello stesso anno entra nel cast fisso della trasmissione di La7 “Grazie al cielo sei qui” e nel gennaio 2010 debutta in prima serata a “Zelig” al Teatro degli Arcimboldi. I suoi endecasillabi attualizzati sono davvero esilaranti, da poeta post moderno.

I Senso D’oppio sono in due, Pietro Casella e Francesco Lattarulo, cresciuti con il teatro e il cinema. All’attività drammaturgica alternano imprevedibili performance di strada, fondamentali per alimentare la loro verve tragicomica. Gli esordi del duo risalgono al 1999… in trio fino al 2010. Il loro cabaret si distingue per l’originalità e il modo di raccontare vicende al limite del reale, attraverso caricature e situazioni spesso assurde, rese comiche dalla mimica dei personaggi. Nel 2008 saggiano “Zelig Off” con le parodie di videogiochi e dal 2009 passano in prima serata su Canale 5.

I Mancio e Stigma (Patrizia Cammarota, Marco Mancin e Angelo Grasso) sono più conosciuti col nome Emo, grazie alle loro esibizioni nell’ultima edizione di “Zelig”. Il trio nasce dall’unione di “tre menti disturbate che da anni raccontano la loro visione del mondo, convinti così di riuscire a liberarsi dei loro fantasmi senza dover ricorrere alle cure di uno specialista”. I Mancio e Stigma caratterizzano quella che è ormai una realtà giovanile, “il mondo degli emo”, adolescenti androgini dalle lunghe frange sugli occhi, molti piercing sul corpo e un’anima depressa. Ma il trio sa andare oltre, interpretando una squadra della Protezione Civile impreparata e poco altruista.

Andrea Sambucco, udinese di nascita e milanese di adozione, classe 1975, è il Signor Maniaco, cioè la voce che a “Zelig” tempesta di telefonate anonime Bisio e la Cortellesi, ricorrendo a continue minacce di morte. Cabarettista dal 2005, Sambucco è anche attore, musicista, cantante e compositore di brani come la sigla del cartone animato “Berto Lof” (Lupo Alberto) per Raitre nel 2007, con ben tre album incisi. Dopo “Colorado”, l’approdo su Canale 5 nel 2010 a “Zelig Off” e nel 2011 a “Zelig”.

Addetto stampa Euro Torri: Fabrizio Marcheselli, tel. 328-0006015, fabrizio.marcheselli@alice.it

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

luglio 28th, 2011 at 1:30 am

Per inviare il tuo commento

Devi avere fatto il Login per postare il tuo commento. - Sul link Login click destro mouse e segliere nuova scheda o finestra e aggiornare la pagina -