Immigrazione: in kajak dalla Tunisia a Bruxelles per chiedere rispetto migranti

nessun commento

Lampedusa, 10 settembre 2011. Georges Alexandre, difensore dei diritti umani franco-canadese, rappresentante delle Associazioni umanitarie Gruppo EveryOne e Kajak per il diritto alla vita, ha iniziato oggi la traversata in kajak dalla Tunisia a Lampedusa: quindi procederà dall’isola pelagia fino a Bruxelles, sede del Parlamento europeo. “Georges è un grande atleta, oltre che un coraggioso attivista nonviolento,” commentano i co-presidenti di EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, che attenderanno il kajak di Georges Alexandre proprio a Bruxelles, “e la sua impresa comporta difficoltà e pericoli. Dopo aver trascorso tanti mesi a Lampedusa, dove ha assistito decine di migranti e ha denunciato violazioni dei loro diritti alla protezione internazionale, ora il nostro amico vuole sollecitare l’attenzione dell’Unione europea e dell’Alto Commissario Onu per i Rifugiati sul dramma dei profughi e sull’inadeguatezza delle Istituzioni europee nelle procedure di accoglienza. Georges ha visto, a Lampedusa, tanta sofferenza, tanta morte e ben poca umanità da parte degli organismi che dovrebbero assicurarsi che i migranti vengano trattati con umanità, secondo le leggi internazionali. Più volte l’attivista ha verificato come la Convenzione di Ginevra venga aggirata e come ideologie intolleranti si sostituiscano alla carta dei Diritti Fondamentali nell’Ue”. Georges è accompagnato da alcuni atleti tunisini del Club El Kantaoui di Sousse. “Per prendere il via Georges ha sfidato l’ostilità degli intolleranti e adesso sfiderà le onde marine e le intemperie,” prosegue EveryOne, “come fanno i disperati che lasciano il continente africano a causa di persecuzioni, guerre e carestie. Il suo coraggio rappresenta quello dei nostri attivisti, che da tanti anni lavorano per la vita dei migranti, avversati, purtroppo, dalle stesse istituzioni. Dopo Lampedusa, il suo kajak di Georges toccherà Malta, poi la Sicilia e – seguendo la la costa occidentale – la Costa Azzurra. Quindi, da Marsiglia fino a Bruxelles.
 L’obiettivo della missione è quello di consegnare al Parlamento europeo una richiesta di maggiore attenzione verso la vita e i diritti dei migranti. Per apoggiare Georges, si può firmare la petizione al link:  www.firmiamo.it/ogida”.
Georges Alexandre porterà in ogni approdo il suo messaggio, coinvolgendo via via una flotta umanista composta da imbarcazioni a vela, a remi e a motore, che ha aderito al progetto. Il Gruppo EveryOne ha inviato a tutti i parlamentari europei un messaggio con la rotta del coraggioso attivista/atleta e con le sue richieste di umanità e civiltà.

Per ulteriori informazioni:
EveryOne Group  . +39 3934010237 :: + 39 3313585406  info@everyonegroup.com ::www.everyonegroup.com

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

settembre 10th, 2011 at 9:02 pm

Per inviare il tuo commento

Devi avere fatto il Login per postare il tuo commento. - Sul link Login click destro mouse e segliere nuova scheda o finestra e aggiornare la pagina -