IL BALLETTO DI SIENA IN “RESHIMU” Musiche di Riccardo J. Moretti

nessun commento

cartolina-Reshimu copiawebIL BALLETTO DI SIENA IN “RESHIMU” Musiche di Riccardo J. Moretti

  1. Coreografie: Marco Batti

TEATRO REGIO DI PARMA 7 GIUGNO 2014 – ORE 21.00

Reshimu” è il titolo di un album edito qualche anno fa con le composizioni del M° Riccardo J. Moretti. Il coreografo Marco Batti è rimasto affascinato dall’ascolto delle musiche dell’album “Reshimu” e ne ha voluto produrre un balletto che verrà rappresentato al Teatro Regio di Parma sabato 7 giugno 2014 (ore 21.00).

Secondo la cultura ebraica Reshimu è il granello primordiale, ciò da cui tutta la realtà ebbe inizio ed è al tempo stesso, il residuo, quell’indelebile traccia lasciata da un odore, una sensazione, qualcosa che non se ne va’. Nella vita incontriamo eventi, persone, situazioni e sentimenti che passano, ma lasciano dietro di sé un residuo, quel qualcosa di indelebile, che nemmeno il tempo o l’acqua cancellano. Reshimu è quindi il confronto, tra la nascita e lo sviluppo di tutto quello che ci circonda, e il processo relazionale che crea quelle emozioni che restano per sempre.

Marco Batti ha fatto un lavoro non facile dovendosi calare in un mondo a lui sconosciuto ma l’empatia e la sinergia che si è instaurata con il M° Moretti ha fatto in modo che questo balletto sia pregno di quei significati intrinseci espressi nel linguaggio corporeo della danza moderna in una coreografia suddivisa in diversi quadri che rappresentano i quattro mondi: l’emanazione e quindi l’essenza Divina, la creazione, la formazione dove vi sono le presenze angeliche ed infine il mondo dell’azione che è la parte più bassa dell’universo, ovvero il mondo fisico e materiale dove le creature assumo sembianze di corpi umani. In quest’ultimo mondo è possibile elevare la propria condizione a livello spirituale al fine di “restaurare”, cioè ripristinare ciò che era all’inizio…il coreografo Marco Batti ha saputo infondere grande pathos al finale in cui viene rappresentato l’Albero della Vita – simbolo del “grembo del Creatore” – attraverso il quale è possibile un sentiero in risalita.

Le musiche composte dal M° RJ Moretti per questa produzione hanno il fascino e il mistero del trascendente e del mistico, trasportano lo spettatore in un viaggio in cui musica e coreografia si fondono in una poesia multisensoriale; la tavolozza di colori e sensazioni dei corpi che si fondono con la musica diventano espressione di bellezza di un dipinto “Caravaggesco”, grazie anche ai fisici scultorei dei bravi danzatori del Balletto di Siena, definito recentemente “L’Aterballetto di Toscana” .

MARCO BATTI, membro del Consiglio Internazionale della Danza UNESCO, già ballerino per la compagnia “Motus” ed “Eglevsky Ballet” di New York, ha studiato nelle maggiori istituzioni come la prestigiosa Accademia Vaganova di S. Pietroburgo, l’American Ballet Theatre di New York dove si diploma come Mestro per il National Training Curriculum ABT, diventando nel luglio 2012 come “Docente Affiliato”. Nominato nel 2012 come “Miglior Coreografo”, ad oggi è Direttore Artistico della Compagnia Balletto di Siena.

Costi biglietti:

– poltrona platea euro 20,00

– palchi centrali I° prezzo euro 15,00

– palchi centrali II° prezzo euro 12,00

– palchi intermedi I° prezzo euro 12,00

– palchi intermedi II° prezzo euro 10,00

– palchi laterali I° prezzo euro 10,00

– palchi laterali II° prezzo euro 8,00

Informazioni e biglietteria:

Teatro Regio di Parma – biglietteria@teatroregioparma.com – 0521 /203999

Parma OperArt – info@parmaoperart.com – 393/0935075

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

giugno 7th, 2014 at 1:30 am

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with ,

Per inviare il tuo commento

Devi avere fatto il Login per postare il tuo commento. - Sul link Login click destro mouse e segliere nuova scheda o finestra e aggiornare la pagina -