Flavio Boltro, Leonardo Corradi, Roberto Gatto – Arena del Sole Roccabianca domenica 29 novembre

nessun commento

 

arena_del_sole_2

Con un padre trombettista, Flavio Boltro ha iniziato a suonare lo strumento a pistoni già a nove anni, prima di perfezionarsi al conservatorio di Torino. Le esperienze in quintetto con Steve Grossman, Cedar Walton e Billy Higgins, il gruppo Lingomania, la palma di miglior nuovo talento al referendum di Musica Jazz nel 1985, l’approdo in Francia, l’Orchestre National de Jazz e il sestetto dell’indimenticabile Michel Petrucciani, il quintetto con Stefano Di Battista, gli album a suo nome per la prestigiosa Blue Note (il primo, “Road Runner”, nel 1999), le felici collaborazioni con Danilo Rea, Rosario Giuliani, Gino Paoli, sono tra le tappe che scandiscono trent’anni di carriera del trombettista piemontese che un artista del calibro di Wynton Marsalis ha citato tra i suoi più apprezzati colleghi di strumento.

Classe 1992, ligure di La Spezia, anche Leonardo Corradi ha mostrato presto la sua vocazione per la musica: a quattro anni comincia a suonare la batteria, a cinque il pianoforte; a dodici scopre l’organo Hammond assistendo a un concerto di Jimmy Smith, e ne rimane conquistato. Attraverso vari seminari e workshop approfondisce la conoscenza e lo studio dello strumento e del jazz per mettersi presto in luce vincendo i primi premi, registrando il suo disco d’esordio già nel 2009, e inaugurando collaborazioni con artisti come Gegè Telesforo, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Francesco Cafiso, Roberto Gatto, Max Ionata, Dario Deidda, Nicola Angelucci, Rick Margitza, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein e Dave Liebman. Chiamato (nel 2012) a far parte di “Generations”, tributo musicale al grande Jimmy Smith, con Tony Match alla batteria e Fred Wesley, storico trombonista dell’orchestra di James Brown, inizia a esibirsi anche all’estero.

Roberto Gatto debutta professionale nel 1975 con il Trio di Roma (Danilo Rea, Enzo Pietropaoli) e da allora ha suonato in tutta Europa e nel mondo con i suoi gruppi e a fianco di artisti internazionali. Oltre ad una ricerca timbrica raffinata e a una tecnica esecutiva perfetta, i gruppi a suo nome sono caratterizzati dal calore tipico della cultura mediterranea; questo lo rende senza dubbio uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel mondo. Compositore e arrangiatore, autore di collaborazioni illustri (Chet, Baker, Johnny Griffin, George Coleman, Curtis Fuller, Joe Zawinul, Pat Metheny) ha proseguito una ricerca musicale che dopo aver variamente scandagliato la tradizione jazzistica contemporanea, si rivolge attualmente a esplorare nuove sonorità come quelle dell’elettronica e dell’improvvisazione.

domenica 29 NOVEMBRE ore 21.15

ingresso 15 euro

prenotazioni biglietti 339.5612798

prevendita presso Parma Point via Garibaldi,18 Parma, edicola Ragazzola, ortofrutta Roccabianca

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

novembre 29th, 2015 at 1:15 am

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with