Noi uniti per l’autismo e i doni di Natale

nessun commento

Acquistando gli oggetti realizzati dei ragazzi, si può contribuire a realizzare un sogno

Se sei un ragazzo autistico, quando compi 18 anni, per i servizi sei completamente guarito. Invece, nella realtà sei appena un giovane uomo che deve cominciare a trovare la propria strada nel mondo. E con una patologia così, la strada non può essere che in salita. Anche per questo è nata l’associazione Noi uniti per l’autismo Onlus, genitori che si sono incontrati grazie alla Fondazione Bambini e Autismo e che hanno messo insieme le voci a tutela dei propri ragazzi; voci di mamme e di papà il cui primo pensiero è l’autonomia dei propri figli. Imparare a cavarsela da soli è doppiamente difficile per chi ha disturbi dello spettro autistico che portano con sé difficoltà nella comunicazione e nell’interazione, difficoltà nelle percezioni sensoriali, nel movimento, difficoltà nei comportamenti… Per loro è necessario costruire un percorso sociale e lavorativo ad hoc, che permetta alle famiglie di guardare al futuro con tranquillità. Nel cassetto dei sogni di questi genitori c’è un centro lavorativo per adulti, l’idea di un atelier del mosaico dove i ragazzi possano realizzarsi ed esprimersi, ciascuno secondo la propria unicità.

E’ un progetto ambizioso ma irrinunciabile che, come le tante attività ordinarie dell’associazione, richiede risorse economiche per essere realizzato. Chi passeggiando in città si imbatterà nelle coloratissime bancarelle di Noi uniti per l’autismo sappia che, acquistando quegli oggetti in feltro, aiuterà le famiglie dei ragazzi affetti da autismo a realizzare le proprie attività e propri sogni.
Oggetti di uso quotidiano e tante decorazioni natalizie che hanno il calore del feltro e delle cose fatte con il cuore e con le mani. Sono idee regalo perfette, realizzate dai ragazzi per dare un significato in più a ciò che mettiamo sotto l’albero. Inoltre, nelle librerie della città è possibile acquistare i segnalibri sempre prodotti dall’associazione. Cartoncini per non perdere il segno e non dimenticarsi che ci sono famiglie che devono fare i conti tutti i giorni con una quotidianità diversa e che non devono essere lasciate sole.

Dove trovare la bancarella dell’associazione:
In Piazza Duomo, domenica 6 dicembre dalle 9.30 per tutta la mattina; al centro commerciale Eurosia, sabato 12 dicembre, tutto il giorno; sul sagrato di San Benedetto, piazzale San Benedetto, domenica 20 dicembre, dalle 9.30 per tutta la mattina.
A Fidenza, in via Berenini 70, davanti al negozio Arredo Baby, sabato 19 dicembre, al pomeriggio.

Dove acquistare i segnalibri
A Parma: Libreria Fiaccadori, strada al Duomo, Mondadori Point, borgo Reale 1; Cartoleria Fantasia, largo Parri 39; Roberto Gozzi parrucchieri, via Cocconcelli 1; Monica Franco calzature, viale Piacenza 26 G; Parafarmacia Tintura Madre, via Sicuri 15 A.
A Fidenza: Libreria Mondadori, via Berenini 74; Arredo Baby, via Berenini 70 .

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

dicembre 3rd, 2015 at 5:41 pm