Cena-incontro con CATERINA CASELLI, cantante, discografica, talent scout, che lancia la nuova rassegna «Tra la via Emilia e il West»

nessun commento

 

Caterina CaselliGiovedì 18 febbraio al circolo Arci Fuori Orario di Taneto, ore 20.30

Parafrasando il celebre lp live di Guccini, il circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) lancia «Tra la via Emilia e il West, terra di musica», una rassegna di cene-incontri infrasettimanali per far emergere la ricchezza di tante storie e personalità che, partendo dalla «via Emilia», sono state portate dalle strade della musica a confrontarsi con il grande pubblico. La prima serata, giovedì 18 febbraio 2016 alle ore 20.30, accoglie Caterina Caselli, cantante e talent scout, che 50 anni fa spiccò il volo dalla sua Sassuolo per partecipare al Festival di Sanremo con «Nessuno mi può giudicare», vincere il Festivalbar 1966 con «Perdono» e poi scegliere l’attività di produttrice discografica scoprendo Pierangelo Bertoli, Andrea Bocelli, Elisa, i Negramaro, Malika Ayane, Raphael Gualazzi e Giovanni Caccamo (terzo al Sanremo 2016 in coppia con Deborah Iurato, dopo la vittoria tra i Giovani nel 2015).

La cena al Fuori Orario comincia alle ore 20.30, seguita alle 21.30 dall’incontro con Caterina Caselli e da un ospite musicale a sorpresa. Apertura delle porte alle ore 20 e ingresso con tessera Arci, a 15 euro (bevande incluse) per chi partecipa alla cena e gratuito dopo le 21.30. Per la cena, la prenotazione è obbligatoria allo 0522-671970 oppure sul sito www.arcifuori.it.

La nuova rassegna «Tra la via Emilia e il West, terra di musica» invita quindi al Fuori Orario artisti emiliano-romagnoli che si sono affermati nel mondo della musica e raccontano il loro percorso artistico, intervistati da Marco Barbieri dopo una cena a base di prodotti tipici, con l’intermezzo di interventi musicali live e interazione fra pubblico e ospite. La via Emilia, emblema di passaggio e confronto da millenni, non può permettersi chiusure provinciali, ma deve valorizzare la sua grande ricchezza: la sua musica, i tanti artisti. «Abbiamo scelto di iniziare con Caterina Caselli – spiegano gli organizzatori – perché la riteniamo un simbolo di questa iniziativa e anche per la sua poliedrica professionalità che l’ha portata a grandi successi sia come cantante che come produttrice e discografica, oggi la più importante del nostro Paese».

Definita «Casco d’oro» negli anni ’60, Caterina Caselli ha segnato profondamente la musica degli ultimi 50 anni. Dopo gli hit da cantante nella seconda metà dei ’60 e i relativi film musicarelli, si è ritirata nel 1975, ma è tornata a esibirsi al Festival di Sanremo 1990 con «Bisognerebbe non pensare che a te» (abbinata a Miriam Makeba) e il 25 giugno 2012 nel Concerto per l’Emilia a Bologna, dove ha cantato «Insieme a te non ci sto più» per sostenere le popolazioni emiliane colpite dal terremoto.

Sul suo ruolo di discografica e talent scout ci sarebbe da scrivere un libro: dopo aver scovato e consacrato Bertoli, Bocelli, Elisa, i Negramaro e Malika Ayane, nel Festival di Sanremo appena finito ha guidato Giovanni Caccamo tra i Campioni, Michael Leonardi tra le Nuove Proposte e la stessa Elisa come superospite!

Per il prossimo weekend il Fuori Orario ha in programma due serate di musica live: venerdì 19 febbraio l’atteso concerto della Bandabardò (biglietti a 15 euro) e sabato 20 la «Zarro Night» con tutta la musica dance anni ’90-2000 e opening act dal vivo del trio funky Sud del Mondo (ingresso a 12 euro con una consumazione inclusa).

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

febbraio 18th, 2016 at 1:15 am

Pubblicato in Notizie

Tagged with