Comunicato del 13 marzo 2016 – Sala Civica di San Polo di Torrile, via G. Verdi (Torrile)

nessun commento

Romeo&Giulietta_gruppoBassaForse i più piccini non conosceranno la sfortunata storia d’amore tra Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti, perché la tragicità della vicenda raccontata dalla fulgida penna di William Shakespeare può far inizialmente desistere dal considerarla lettura per l’infanzia. Ma l’universalità e la bellezza del tema trattato, e cioè dell’amore nella sua espressione più nobile, quando è capace di sfidare le differenze, i pregiudizi e lottare contro un mondo ingiusto e prevaricatore, merita di avvincere anche il pubblico più giovane e inesperto. E’ in questo spirito che domenica 13 marzo alle ore 16.45 presso la Sala Civica di San Polo di Torrile sarà in scena “Romeo e Giulietta sui tetti di Verona”, ultimo appuntamento della Rassegna Teatrale “Torrile va a teatro”, organizzata dal Teatro del Cerchio con la preziosa collaborazione dell’Associazione “Il colore delle parole” e il sostegno dell’Amministrazione comunale.

Una nuova produzione per ragazzi firmata Teatro del Cerchio, tratta da un racconto di Annamaria Piccione rielaborato drammaturgicamente e diretto da un vero signore della scena, Antonio Zanoletti. Sul palco Mario Aroldi, Gabriella Carrozza, Anna Lisa Cornelli, Chiara Casoli, a trasportare magicamente il pubblico nella città, Verona, che fu scelta quale cornice romantica di quella storia senza tempo. Ma perché sui tetti? Perché saranno i gatti delle due famiglie avversarie, dei Capuleti e dei Montecchi, a raccontare le vicissitudini di Romeo e Giulietta, e lo faranno a modo loro, ovviamente, rivivendo su di sé quella tormentata vicenda amorosa, seppur con un lieto fine, stavolta. Ecco allora che Romiao, gatto scapestrato dei vicoli veronesi, e Micetta, la bella e coccolata gattina di Giulietta, con l’aiuto dei loro amici gatti, saranno gli eroi protagonisti, insoliti messaggeri di sentimenti puri e onesti. Quello che è certo è che riusciremo ad immergerci in un’atmosfera incantata, lontano da quel mondo anestetizzato dai suoni e dalle luci di telefonini e TV. “È proprio dal senso di stupore, dalla spontanea inclinazione alla meraviglia con cui i bambini ascoltano le favole che nasce questa idea” spiega il regista. Come non essere d’accordo e piacevolmente attratti da queste parole sapendo, inoltre, che ad attenderci a teatro è la magnifica storia d’amore di Romeo e Giulietta, pardon, Romiao e Micetta? E, per una volta, il finale sarà “E vissero felici e contenti”.

Per info e prenotazioni 3318978682- info@teatrodelcerchio.it

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

marzo 13th, 2016 at 1:15 am

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with