130 ESPOSITORI ALLA RASSEGNA NAZIONALE “FRUTTI ANTICHI A PRIMAVERA” AL CASTELLO DI PADERNA (PC) – II EDIZIONE

nessun commento

@fmfeye_paderna_frutti_antichiSABATO 7 E DOMENICA
8 MAGGIO 2016

Rassegna di piante fiori frutti dimenticati. Prodotti di alto artigianato. Mostra omaggio a Beatrix Potter nel 150° della nascita della scrittrice. Ospite speciale la Scuola Asolana di Antico Ricamo, eccellenza dell’artigianato veneto e italiano, creata da Robert Wiedman Barret Browning alla fine dell’Ottocento.

Ravanelli, carote, asparagi, fragole e prodotti bio trasformati, succhi di frutta e confetture. Grandi cappelli in paglia per signore. Aiuole fiorite di azalee e rododendri si intrecciano con le prime rose e contenderanno l’attenzione del pubblico alle erbe aromatiche ed alle ortensie. 130 espositori accuratamente selezionati provenienti da tutta Italia. E per i piccoli visitatori gratuito per bambini fino a 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.

Il primo fine settimana di maggio, quando i colori e i profumi della primavera sono più vividi ed intensi, si rinnova l’appuntamento con l’edizione primaverile di Frutti Antichi, rassegna di piante fiori frutti dimenticati, prodotti di alto artigianato, promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza.

La primavera al Castello di Paderna sarà ricca di spunti e di suggestioni, sempre seguendo il filo conduttore della salvaguardia della biodiversità e del rinnovamento del patrimonio vegetale, con particolare attenzione alle peculiarità territoriali locali. L’orto e il giardino saranno al centro dell’interesse, il parco del castello si trasformerà in un’unica immensa aiuola fiorita da ammirare e dove scegliere piante, fiori, alberi da frutto da acquistare.

Chi ha a disposizione un po’ di terreno troverà una vasta gamma di piantine da orto e operatori qualificati a cui chiedere utili consigli su una perfetta coltivazione e l’ispirazione nell’allestimento dei propri angoli verdi. Nella corte rustica i produttori agricoli presenteranno le loro primizie.

Dedicata a grandi e piccini una mostra omaggio a Beatrix Potter nel 150° della nascita della grande scrittrice, illustratrice e naturalista inglese; verrà esposta una collezione di 350 piccoli dipinti ad olio e china eseguiti su seta ed arricchiti da preziosi ricami, inglesi, di epoca Vittoriana (1880-1905).

Particolarmente curata sarà la sezione dei prodotti artigianali con un’attenzione ancora maggiore nella selezione degli espositori ed una settore dedicato ai tessuti ed ai ricami. speciale sezione dedicata ai tessuti. Ospite speciale sarà la Scuola Asolana di Antico Ricamo, eccellenza dell’artigianato veneto e italiano, creata da Robert Wiedman Barret Browning alla fine dell’Ottocento. La scuola continua ancora oggi la sua produzione di ricami, eseguiti a mano, con l’intento di far conos cere e tramandare un’antica e nobile arte di elegan za, qualità, raffinatezza e perfezione

Non mancheranno arredi da giardino ed oggetti d’antiquariato e modernariato.

Frutti antichi unirà come sempre momenti di svago e di apprendimento, sarà possibile assistere a dimostrazioni e conversazioni e anche i visitatori più giovani avranno la possibilità di partecipare a laboratori e giochi nello spazio appositamente loro dedicato. Tutto nell’atmosfera di tranquilla serenità e di cordiale ospitalità ispirata dal castello di Paderna, antica fattoria fortificata che costituisce l’ambiente ideale per una mostra dalle tante sfaccettature ma con un unico motivo dominante: l’amore per la terra e l’ambiente.

Il programma prevede:

presentazione del libro “I Roda, contributo per una biografia” a cura degli architetti Gian Franco e Antonella Riviera: le vicende di una famiglia di giardinieri divenuta “illustre”, veri maestri di giardino hanno costruito e scritto, piantato ed insegnato, tenuto conferenze, creato e diretto giornali, animato rassegne florovivaistiche internazionali ed hanno trasmesso creatività e tecniche

presentazione del libro: “A tavola con gli insetti” a cura di Giovanni Sogari e Paul Vantomme. Ettore Capri, Direttore del Centro di ricerca per lo sviluppo sostenibile dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, ha invitato gli autori a trattare gli insetti come una possibile nuova fonte di cibo  per gli umani e di  mangime per gli animali.

conversazione ” Quinoa ed amaranto, i semi della salute” a cura di Dora Ines Melo Ortiz, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, che ci farà conoscere ed apprezzare questi alimenti fondamentali degli Atzechi, degli Inca e di tutti i popoli precolombiani; la quinoa già dal 3000 a.c. sugli altipiani andini era usata dalle popolazioni pre-ispaniche come arricchimento e completamento della dieta; queste ed altre curiosità nella conversazione di Dora Ines.

Il Bramaterra. Un antico vitigno salvato dall’estinzione, conversazione a cura di
Paolo Montà dell’azienda agricola La Palazzina di Roasio (VC).

La conversazione si terrà presso lo stand de La Palazzina.

Il Barone Rampante e Studio di Arboricoltura. Saranno presenti nel parco con un ArborPoint, per fornire informazioni tecniche e scientifiche a cittadini ed operatori del settore sulla corretta gestione degli alberi in città e sulla cura degli alberi monumentali.

Ottenere di più dalla terra in modo BIO. Osservazioni su come opera Madre Natura da sempre e come potremmo ottenere di più assecondandola. Come risparmiare evitando i prodotti chimici e ottenere un prodotto naturale più gustoso per noi e i nostri figli. Conversazione a cura di Massimo Mercantini, giornalista e divulgatore

Il riso: piccoli chicchi, grandi virtù” a cura di Natalia Bobba di Donne & Riso Associazione Agricola Femminile

conversazione “Gli  alberi nella nostra vita: un respiro verde” a cura di Giancarlo Bounous, professore di Arboricoltura generale, Università degli Studi di Torino: “gli alberi rappresentano una delle componenti principali del paesaggio, le foreste sono i polmoni del nostro pianeta, ogni singolo grande albero è la città in cui vivono numerose famiglie di uccelli, scoiattoli e migliaia di insetti…”

conversazione: “Scacco Al Re – Un’agricoltura sostenibile per un cibo sostenibile”. Principi di fisiologia umana e di agronomia correlati ad una orticoltura e frutticoltura sostenibili. A cura di Ettore Contardi. A prescindere dalla piramide alimentare adottata, il cibo rappresenta il nostro “primo medicamento” (Ippocrate, 400 a.C.). Un cibo che non ci nutre, snaturato nella sua essenza, indebolisce dall’interno, giorno dopo giorno, lo stato di equilibrio fisiologico della nostra cellula, fino a farla cadere stremata proprio come se fosse sotto assedio.

Dal Giardino al paesaggio, conversazione a cura di Giuliana Gatti e Simone Zenoni, nel corso della quale verrà presentato il libro Dal pensiero al progetto del verde:saperi abilità e competenze. Il testo raccoglie le riflessioni di alcuni importanti paesaggisti: dal giardino storico al giardino contemporaneo fino a trattare di aspetti legati alla materia vegetale impiegata nel progetto del verde. Interverranno Paola Violani, Aulo Chiesa e Andrea Cassone.

Per scoprire gli orari degli appuntamenti www.fruttiantichi.net

Orari: sabato 7 e  domenica 8 maggio 2016, dalle ore 9  alle 19.00.

Ingresso: €  7,00

Ridotto: € 5.00 per iscritti FAI e per possessori di Card dei Castelli del Ducato

Gratuito: bambini fino a 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.

I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati al restauro di un bene FAI

Sito internet: www.fruttiantichi.net

Segreteria manifestazione: tel. 334-9790207; e-mail: fruttiantichi@alice.it

Castello di Paderna: tel. 0523-511645; e-mail: info@castellodipaderna.it

Delegazione FAI Piacenza: tel. 347-5414633; e-mail: delegazionefai.piacenza@fondoambiente.it

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

maggio 7th, 2016 at 1:30 am

Pubblicato in Notizie

Tagged with