16 Giugno 2017 <<<>>> FESTIVAL DELLA LENTEZZA, Reggia di Colorno (PR)

nessun commento

Si svolgerà presso la Reggia Ducale di Colorno (PR) la prossima edizione del “Festival della Lentezza”, manifestazione culturale promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi in collaborazione con il Comune di Colorno.
Il tema dell’edizione 2017 sarà il cammino, e intorno all’idea poetica è stato costruito il programma culturale dell’evento, che alternerà concerti a spettacoli teatrali, presentazioni di libri a incontri pubblici. Una parte importante della tre giorni vivrà dei laboratori e delle attività ricreative pensate per bambini e famiglie.


“Ci sono diversi modi di camminare, e durante il festival proveremo ad approfondirne alcuni – dichiara Marco Boschini, coordinatore della rete e direttore artistico. – Si parlerà del cammino interiore di ciascuno di noi, ma anche del cammino della fuga con gli esempi di accoglienza e integrazione che porteremo a Colorno. Ci sarà spazio anche per il cammino del viaggio legato al turismo, con la vetrina dei borghi virtuosi e molto altro ancora”.
Al Festival saranno presenti, oltre al mercato contadino, alcuni produttori del centro Italia, colpiti dal sisma dello scorso anno. Un modo concreto per supportare aziende agricole di qualità acquistando tipicità biologiche a km zero.
Tanti gli ospiti illustri attesi nei tre giorni della manifestazione: dai giornalisti Aldo Cazzullo a Barbara Schiavulli agli ex magistrati Gherardo Colombo e Giuseppe Ayala, fino alla Banda Osiris che concluderà insieme a Telmo Pievani e Federico Taddia l’edizione 2017 del Festival.
Diversi e prestigiosi sono i partner (istituzionali, associativi ed aziendali) che hanno voluto percorrere un tratto di strada sostenendo a vario titolo l’edizione 2017 del festival.
«Il Festival della Lentezza è un momento prezioso per riscoprire il valore del “fare comunità” – sottolinea Antonio Diana, presidente della Fondazione Mario Diana -, per ritrovarsi insieme e ripensare l’economia in una logica di sostenibilità; un’occasione importante per studiare modelli e buone pratiche non più basati sull’abbandono al profitto ma in grado di integrare sviluppo economico, valorizzazione dell’ambiente e centralità dell’uomo.
Sono cresciuto con l’idea che il mondo è un habitat comune, in cui gli uomini sono riuniti per costituire comunità. Oggi più che mai possiamo affermare che solo procedendo insieme, con obiettivi comuni, il cammino risulta meno arduo, più semplice».
“Banca Etica ha scelto con convinzione di sostenere il Festival delle Lentezza organizzato dall’Associazione Comuni Virtuosi, che è nostra cliente –spiega Ugo Biggeri, presidente di Banca popolare Etica -. La finanza etica è nata per coniugare l’efficienza economica con ila promozione dei diritti delle persone e della tutela dell’ambiente. Grazie ai nostri 40 mila soci e a decine di migliaia di clienti promuoviamo un’economia che rispetti i ritmi della natura e delle persone. Contro la finanza speculativa che cerca il massimo profitto per pochi in un’ottica di brevissimo periodo, noi proponiamo prodotti finanziari e investimenti responsabili e “pazienti” nell’interesse di tutti”.
Durante il Festival Banca Etica proporrà al pubblico lo spettacolo teatrale “Noi siamo il Suolo, Noi siamo La Terra”, un monologo in apparenza visionario, ma basato su dati rigorosamente scientifici: per riflettere sul legame strettissimo fra ecologia ed economia, su cosa sia un ecosistema, su come ecosistemi apparentemente lontani interagiscano fra loro.
Anche Coop Alleanza 3.0 – la Cooperativa nata lo scorso anno dall’unione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense – ha scelto di sostenere il Festival dopo un primo coinvolgimento nel programma della scorsa edizione. “Come spesso accade quando si tratta di eventi molto vicini ai nostri temi, Coop Alleanza 3.0 – dice Tania Giovannini Coordinatore Area Emilia Nord per la Cooperativa – ha sviluppato una vera e propria contaminazione con il Festival. Il tema di questa edizione, il cammino, trova nei due appuntamenti che proporremo una sua importante declinazione. “Il cammino della ricerca”, tavola rotonda sull’Alzheimer e “Viaggio nel buio della Mafia”, sono lo sviluppo di due percorsi molto diversi fra loro comunque caratterizzati dalla volontà di proseguire in linea retta verso un processo positivo di risoluzione. Ci è sembrato, con due visioni del tema di forte attualità come la mattia e la lotta alla mafia, di arricchire in modo significativo il programma. Coop Alleanza 3.0, infatti, proprio perché è una cooperativa è vicina al territorio, alle persone e ai bisogni che esprimono”.
Rizzoli Emanuelli, la più antica azienda italiana di conserve ittiche premium è tra i sostenitori del Festival con la nuova linea 100% naturale: pesce selvaggio, pescato in mare aperto, in olio extra vergine di oliva biologico. “Il rispetto dei ritmi del tempo che è al centro del Festival della lentezza, riflette la nostra volontà di accompagnare anche i bambini con uno stile alimentare naturale e gustoso. Da qui la scelta di far scoprire ai più piccoli le caratteristiche, il sapore e la versatilità dei nostri prodotti – spiega Federica Siri, Marketing & Trade Marketing Manager di Rizzoli Emanuelli -. Le narrazioni per bambini di sabato e domenica verranno accompagnate con una merenda a base dei prodotti bio”.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

maggio 28th, 2017 at 5:50 pm

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with