27 Aprile 2019 <<<>> Teatro del Cerchio, ultimo spettacolo nella storica sede di via Pini: sabato 27 aprile, “Il caso Dorian Gray”

nessun commento

La produzione TeatroZeta ispirata al grande classico di Oscar Wilde
chiude la stagione adulti del Teatro del Cerchio.
U
n momento importante per l’attività culturale dell’associazione,
che a giugno abbandonerà la storica sede di via Pini.

Il Teatro del Cerchio si prepara ad accogliere lo spettacolo conclusivo della stagione adulti, l’ultimo nella storica sede di via Pini: sabato 27 aprile, alle ore 21.00, “Il caso Dorian Gray”. L’appuntamento con la produzione ispirata al capolavoro di Oscar Wilde diventa un’occasione per salutare il pubblico e celebrare la storia ventennale del Teatro del Cerchio nella sede di via Pini, che verrà demolita nel mese di giugno: dal 2006, una vera “casa” per la compagnia TDC e per la Piccola Scuola di Teatro. Uno spazio culturale che ha visto avvicendarsi compagnie teatrali e artisti provenienti da tutto il mondo.

Con la produzione TeatroZeta si chiude la programmazione del Teatro del Cerchio. Scritto da Giuseppe Manfridi, “Il caso Dorian Gray” scompone la trama del celebre romanzo di Oscar Wilde e la ripropone come un’indagine processuale. Il monologo, diretto da Pino Micol e interpretato da Manuele Morgese, affronta in un’atmosfera noir le deposizioni di tre personaggi: il sofisticato Henry, il solitario Basil e il perfido Dorian, ognuno dei quali espone la propria versione dei fatti. Un’inchiesta gotica in cui tutti i personaggi in scena hanno la stessa rilevanza, diversamente da quanto avviene nella narrazione di Wilde. Oltre a riscuotere da più di dieci anni un grande successo di pubblico in tutta Italia, lo spettacolo della compagnia TeatroZeta si è aggiudicato il premio Flaiano nel 2009 e il Premio Gassman nel 2010.

Magistrale l’interpretazione dell’attore protagonista, Manuele Morgese, che porta in scena tre personaggi come se fossero tre facce di uno stesso io lacerato. Una reinvenzione drammaturgica che ha richiesto un grande lavoro introspettivo, come spiega il regista Pino Micol: “Manuele ed io tentiamo di esorcizzare le paure legate all’evento spaventoso giocando a riproporlo in teatro, unico luogo in grado di reggere l’impossibile; unico luogo in cui un attore, impasto di realtà e sogno, diventa uno e tre personaggi confrontandoli, diventando ora l’uno ora l’altro, senza aver paura di presentare la verità di ognuno come la verità assoluta; sempre e comunque in bilico fra lucidità e follia”.

Il caso Dorian Gray omaggia e reinterpreta il celebre classico della letteratura inglese in una rilettura che ha trovato il plauso di pubblico e critica. L’ultimo spettacolo della stagione giunge in un momento decisivo per la crescita del Teatro del Cerchio: l’associazione si prepara infatti ad abbandonare gli spazi di via Pini, in attesa dell’assegnazione di una nuova sede. Anche in occasione dell’appuntamento conclusivo della stagione teatrale sarà disponibile il servizio Kinderheim gratuito e la possibilità, per gli studenti dell’Università di Parma, di accedere allo spettacolo al prezzo di 1 euro.

Sabato 27 aprile, ore 21.00
IL CASO DORIAN GRAY
di Giuseppe Manfridi
con Manuele Morgese
regia di
Pino Micol

Per info e prenotazioni:
info@teatrodelcerchio.it
Tel. 331 8978682

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

19 Aprile, 2019 at 5:52 am

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with