Archive for the ‘Arcigay’ tag

ARCIGAY PARMA E UAAR PARMA – CONTRIBUTO PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DELL’11 GIUGNO

without comments

Il Comitato Promotore Arcigay Parma e il Circolo UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) di Parma, in vista delle prossime elezioni amministrative, desiderano offrire il proprio punto di vista su tematiche di grande rilevanza e forte attualità, che riguardano da un lato diritti recentemente oggetto di azioni legislative, dall’altro istanze in attesa di una normativa che ne disciplini il riconoscimento e l’applicazione a livello centrale e locale.

Ci riferiamo, ad esempio, alla recente normativa sulle unioni civili, che ha dato una risposta a esigenze da tempo sentite nella società, così come ci riferiamo alla normativa sul testamento biologico, in attesa di ulteriore disamina e discussione in Parlamento.

Il nostro intento è infatti occuparci di tematiche inerenti alla dignità e ai diritti della persona, così come magistralmente espresso dall’Art. 3 della Costituzione italiana e intendiamo farlo offrendo a chi è chiamato a fare le leggi, e a declinarle poi nella realtà locale, un punto di vista laico, razionale, argomentato, che riteniamo essere l’unica via per soddisfare i bisogni di oggi nel contesto della nostra città.

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

giugno 10th, 2017 at 7:17 am

Comunicato stampa. Arcigay-EveryOne-Certi Diritti: Lo Stato conceda asilo politico a Joshua, nigeriano perseguitato perché gay.

without comments

9 maggio 2011. Arcigay, EveryOne, organizzazione per i diritti umani, e l’Associazione radicale Certi Diritti, fanno appello al Ministro dell’Interno Roberto Maroni e al Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna perché sia conferito con estrema urgenza lo status di rifugiato a Joshua J., 28enne nigeriano e omosessuale.

Entro giovedì 12 maggio prossimo Joshua deve lasciare il territorio nazionale perché la commissione territoriale sull’asilo di Caserta ha respinto la sua richiesta obiettando che in Nigeria non sono riscontrabili abusi concreti nei confronti di persone omosessuali da parte del Governo o delle autorità. In realtà in Nigeria il codice penale prevede fino a 14 anni di detenzione per omosessualità e negli stati federali del Paese nei quali è applicata la Sharia la pena per gli omosessuali è di 100 frustate per gli uomini non sposati, e di 1 anno di prigione e la morte per lapidazione per gli uomini sposati, anche se vi sono casi di omosessuali non sposati mandati comunque al patibolo.
Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

maggio 10th, 2011 at 9:07 pm