Archive for the ‘lav’ tag

Emergency, prosegue la raccolta firme contro il tetto al 5 per 1000

without comments

Emergency e numerose altre associazioni hanno promosso un appello al Parlamento, chiedendo di eliminare, nel testo della “Legge per la stabilità” di prossima discussione, il tetto di 100 milioni di euro da destinare al 5 per 1000 per l’anno 2011: un taglio dei fondi del 75% che coinvolgerebbe l’intero terzo settore.

Siamo già a oltre 160.000 firme.

Chiediamo una mano anche a te: aiutaci a diffondere la notizia e, se non lo hai ancora fatto, sottoscrivi l’appello su www.iononcisto.org per dare più forza alla nostra richiesta.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

Dicembre 7th, 2010 at 5:18 pm

Inviato in Associazioni No Profit,Notizie

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’aumento delle tariffe postali colpisce duramente la raccolta fondi di tutte le organizzazioni no profit

without comments

Il provvedimento causa un ingente aumento dei costi per le organizzazioni con gravi ripercussioni sui fondi destinati ai progetti

Roma, 1 aprile 2010Il decreto interministeriale del 30 marzo 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, in base al quale vengono soppresse le tariffe agevolate postali per tutta l’editoria libraria, quotidiana e periodica, in vigore con effetto immediato da oggi, colpisce in maniera molto dura le organizzazioni del settore no profit. L’aumento è del 500% circa per ogni singola spedizione.

La denuncia arriva da un gruppo di 23 associazioni e organizzazioni (ActionAid, Aism, Amnesty International, Centro per la Lotta contro l’Infarto-Fondazione Onlus, CESVI, COOPI, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Fondazione Operation Smile Italia Onlus, Greenpeace, Lega del Filo d’oro, LAV, Medici Senza Frontiere, Moige-Movimento Italiano Genitori Onlus, OSF, Pangea Onlus, Progetto Continenti Onlus, Save the Children Italia ONLUS, Sightsavers Italia ONLUS, Terre des Hommes, Telethon, Unicef Italia, Un Ponte per, WWF Italia) che hanno sottolineato come il provvedimento danneggi gravemente tutte le loro attività di informazione, sensibilizzazione e raccolta fondi.

Pertanto, nonostante il decreto specifichi che un successivo provvedimento potrebbe stabilire ulteriori agevolazioni, ciò comporterà un periodo di vacatio tra l’entrata in vigore del primo e l’eventuale successivo che coincide con un momento dell’anno in cui in genere ogni organizzazione attua delle spedizioni ai propri donatori.

Le organizzazioni, pertanto, si appellano al governo affinché vengano immediatamente adottate delle misure che evitino un vertiginoso aumento del budget delle spedizioni che, anche in ragione delle tempistiche scelte per l’entrata in vigore del provvedimento, non potrà che tradursi in un decremento dei fondi destinati ai progetti.

Le organizzazioni sopracitate, quindi, chiedono l’immediato ripristino delle tariffe agevolate per il no profit.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Pasqua di pace per gli agnelli con il menu vegetariano della LAV

without comments

Lav da NelParmense.itOgni anno con l’avvicinarsi delle festività pasquali si è costretti ad assistere all’uccisione di centinaia di migliaia tra agnelli e capretti, sacrificati in nome di una tradizione che li vede vittime di sontuosi pasti organizzati per celebrare la ricorrenza. Durante questo periodo infatti, si verifica un incremento nella macellazione di ovini e caprini, agnelli primi fra tutti. Secondo l’Istat (Istituto Nazionale di Statistica), nel mese di marzo 2008, in cui si è celebrata la Pasqua, sono stati macellati 669.539 agnell84.495 agnelloni. Il numero di capretti e caprettoni macellati nello stesso mese è stato di 85.036 animali, per un totale di 872.070 tra ovini e caprini.

Rispetto al mese di marzo del 2007, si è registrato purtroppo un impressionante aumento delle macellazioni: + 33,7% agnelli macellati; + 28,4% agnelloni; con un aumento del 38,2% delle macellazioni totali di ovicaprini.

Ancor più allarmante il dato del mese di dicembre 2008, nel quale sono stati macellati 1.765.478 agnelli, 135.263 agnelloni, 108.702 tra capretti e caprettoni, oltre agli animali adulti, per un totale di 2.071.364 ovicaprini macellati, che conferma l’abitudine dei consumatori italiani a mettere in tavola le carni di questi animali, durante festività che dovrebbero simboleggiare, invece, pace e fratellanza.

La LAV, quindi, fa appello ai consumatori affinché non si facciano complici di questo sterminio, preferendo per la tavola della festa un menu alternativo, scelta etica e morale, privo di ingredienti di origine animale, e proprio per questo ancor più sano e gustoso. Sono molte le pietanze con le quali ci si può sbizzarrire senza la necessità di uccidere degli animali, in questo modo le festività potranno essere ancora più serene.

La LAV propone alcune sfiziose ricette per un menu vegetariano di Pasqua (alla pagina  http://www.lav.it/index.php?id=1286): gonfietti all’erba cipollina e curry; casarecce di farro agli asparagi; seitan al pepe verde; champignon e rucola in insalata; pere in salsa di cioccolato e nocciola

E’ stato ormai accertato che il consumo di carne e grassi animali può causare, direttamente o indirettamente, numerose malattie (alcuni tipi di cancro, patologie cardiocircolatorie, ecc.), ecco perché l’alimentazione vegetariana è adatta a tutte le fasce di età e attività. Chi sceglie un’alimentazione vegetariana – il 9,5% degli italiani, secondo l’ultimo censimento AC Nielsen – inoltre, ogni anno risparmia torture e morte almeno a 20 animali, guadagnandoci anche in salute.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

Aprile 12th, 2009 at 9:54 am