Invia l'articolo in formato PDF

Da Silvio Berlusconi a Sabina Guzzanti, passando per Beppe Grillo: il percorso della democrazia italiana sembra essersi compiuto. Oltre la democrazia del pubblico e dell’opinione. Fino alla “mediocrazia”. La definiamo così non per evocare “mediocrità”, che per noi è una virtù democratica, quando riassume passioni timide, distacco, moderazione. Intendiamo, in questo modo, echeggiare il potere […]