“Al Museo c’è più Gusto!” fa tappa al Museo del Vino

nessun commento

 

Musei del Cibo_Museo del VinoDomenica 22 novembre il secondo incontro ai Musei del Cibo, per il progetto

Crescere in Armonia, Educare al Benessere” in collaborazione con il Comune di Parma

Come funziona il senso del gusto? Un’opportunità per scoprire come si attivano le percezioni legate ai sapori del cibo, sarà l’evento “Al Museo c’è più Gusto!” in programma domenica 22 novembre dalle ore 15,30 alle 17,30 al Museo del Vino di Sala Baganza (PR). Con esperimenti e attività divertenti, da vivere in prima persona, bambini e genitori impareranno a destreggiarsi tra gusti fondamentali, papille gustative, sapori e aromi, supergustatori e combinazioni impensabili. L’appuntamento rientra nel progetto del Comune di Parma “Crescere in Armonia, Educare al Benessere”, del quale i Musei del Cibo condividono le finalità considerandolo particolarmente in linea con le proprie attività educative.

Al Museo c’è più Gusto!” è l’iniziativa organizzata dai Musei del Cibo della provincia di Parma che verrà proposta nel corso dell’anno scolastico in tutti i sei musei del circuito per le famiglie dei bambini e ragazzi delle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado del Comune di Parma (dai 6 ai 12 anni).

Una visita guidata, appositamente pensata anche per i più piccoli, li accompagnerà attraverso l’allestimento museale, cercando di far emergere tutte le curiosità e le domande dei singoli. I partecipanti saranno poi invitati a un laboratorio interattivo sul Gusto, dove con rigore scientifico e modalità coinvolgenti, saranno accompagnati alla scoperta di questo senso così fondamentale sul tema dell’alimentazione.

La partecipazione (visita+laboratorio) è gratuita per tutti i bambini/ragazzi e per un max di due accompagnatori adulti a testa fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La prenotazione è obbligatoria.

Info ed iscrizioni al Parma Point tel. 0521 931800 (ore 9,30 – 19,30).

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

22 Novembre, 2015 at 1:20 am

Pubblicato in Notizie Parmensi

Tagged with