Archive for the ‘Movimento della Decrescita Felice’ tag

23 Marzo 2017 <<<>>> A Parma FOOD RELOVUTION – proiezione con regista Thomas Torelli e Psicologa Marilù Meloni – Concerto iniziale del Grande musicista EMILIANO TOSO

without comments

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

23 Marzo, 2017 at 1:15 am

a PARMA, Maurizio PALLANTE con “DESTRA E SINISTRA ADDIO”

without comments

Locandina - Maurizio PALLANTE con DESTRA E SINISTRA ADDIO - 12 Marzo  a Parma - MDF

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

12 Marzo, 2016 at 6:46 am

Incontro con Pallante il 7 febbraio 2015

without comments

Incontro con Pallante il 7 febbraio 2015

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

7 Febbraio, 2015 at 1:30 am

Mu Parma, presentazione del circolo “Movimento della Decrescita Felice” (MDF) di Parma

without comments

“Movimento della Decrescita Felice” (MDF) di Parma

Sabato 10 aprile alle ore 15, presso il circolo Mu di via del Taglio, presentazione del circolo “Movimento della Decrescita Felice” (MDF) di Parma.

Alla presentazione ufficiale alla cittadinanza saranno presenti Maurizio Pallante, presidente MDF nazionale, Marco Boschini, coordinatore dei Comuni Virtuosi e Pierpaolo Dal Monte, promotore dell´Accademia della Decrescita felice.

Il circolo si propone come soggetto interlocutore fra cittadini e le istituzioni locali per proporre progetti concreti a sostegno della comunità locale. I valori fondanti del Movimento sono il risparmio e l’autoproduzione energetica, la riduzione e il riciclo dei rifiuti, il consumo critico a sostegno dei produttori locali.

La Decrescita felice punta all’incremento di fenomeni quali l’autoproduzione e lo scambio non commerciale di beni e servizi, la produzione ed il consumo di alimenti biologici, le filiere di produzione e di distribuzione corte e gli acquisti collettivi, la libera circolazione delle idee e dei saperi, l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, la tutela delle diversità (biologiche e culturali), l’uso di tecnologie e sistemi produttivi che ottimizzino, l’utilizzo delle risorse naturali ed energetiche, la durata della vita utile delle merci, le tecniche e i saperi artigianali, la finanza etica e l’economia no-profit, la responsabilizzazione dei soggetti economici rispetto alla produzione di esternalità negative, l’imprenditorialità attenta alla crescita umana di coloro che lavorano nell’impresa e dei fruitori dei prodotti che l’impresa produce, l’accesso al lavoro, alla vita sociale.  Per informazioni: www.mdfparma.org Ingresso libero

   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

10 Aprile, 2010 at 1:15 am