Giu’ le mani dai Bambini

nessun commento

Giornata Mondiale dell’Infanzia:
“Giù le mani dai bambini®” celebra il “diritto al disordine” dei bambini!
Il 23 novembre “Giù le mani dai bambini®” organizza con Mosaiko Kids ed il Comune di Castelnuovo Scrivia – in  occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia delle Nazioni Unite – un evento per celebrare la libertà, la creatività ed il “diritto al disordine” dei più piccoli.
Domenica 23 novembre dalle ore 10.00 alle ore 18.30 il Comitato “Giù le mani dai bambini®”, in collaborazione con il periodico Mosaiko Kids, organizza a Castelnuovo Scrivia (AL), con il supporto del Comune, un evento per celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia delle Nazioni Unite. Tema centrale della giornata sarà il diritto alla diversità e al “disordine” e vedrà coinvolti in prima linea i bambini che saranno chiamati a dare la loro interpretazione di alcuni diritti fondamentali dell’infanzia durante una divertente e stimolante giornata creativa.
Giù le Mani dai Bambini® (www.giulemanidaibambini.org) è il più visibile ed attivo comitato italiano per la farmacovigilanza pediatrica, e – tra le altre iniziative – si batte contro la medicalizzazione del disagio dei più piccoli, con particolare attenzione agli abusi nella somministrazione di psicofarmaci e metanfetamine ai bambini. Dopo la scelta di locations di grande prestigio negli scorsi anni, come Il Campidoglio di Roma ed il Palazzo Reale di Torino, quest’anno “Giù le Mani dai Bambini” ha scelto piccolo il Comune di Castelnuovo Scrivia. Non è una scelta casuale – ha commentato Luca Poma, giornalista e portavoce nazionale del Comitato – perché è nostro desiderio garantire una vetrina adeguata ad un paese  che è un esempio tipico dell’attivissima provincia italiana, dove senza clamore durante tutto l’anno si promuovono importanti iniziative a favore dei più deboli”. La giornata si  articola in due distinti momenti: la mattina i piccoli partecipanti saranno ospitati presso la Scuola elementare “Matteo Maria Brandello” dove potranno dare sfogo alla loro fantasia sui più diversi supporti (creando sculture, disegnando su cartelloni colorati, etc) le tematiche centrali della giornata: il diritto alla diversità e il “diritto al disordine”. Un’occasione unica per divertirsi tutti insieme e al contempo esprimere la propria creatività in piena libertà.
La fase pomeridiana si rivolge oltre che ai bambini, con intrattenimenti, giocoleria ed illusionisti, anche agli adulti e prevede come location il Castello dei Torriani e dei Bandello. A partire dalle ore 16.30 verrà aperto un dibattito dal titolo “Incontro con i ragazzi: i grandi oggi sono qui per ascoltare e per rispondere”, in cui verranno presentati i lavori realizzati dai bambini e si affronteranno alcune tematiche legate alla salute dei minori, con il contributo di professionisti di vari ambiti pedagogici tra cui Luca Poma (Comitato “Giù le mani dai bambini”®), Enrico Nonnis, Neuropsichiatra infantile di Roma, del direttivo nazionale di Psichiatria Democratica, Emilia Costa, 1° Cattedra di Psichiatria “La Sapienza” e Primario di Psicofarmacologia al Policlinico Umberto 1°, Emmanuele Macaluso, atleta e giavellottista SISPORT Fiat, nonchè uno dei “testimonials” della Campagna, che affronterà l’importanza dello sport per la crescita serena dei fanciulli, ed il Sindaco di Castelnuovo Scrivia Gianni Tagliani. Gli ospiti saranno moderati dalla giornalista Antonella Mariotti (giornalista de La Stampa e Direttore di Mosaiko Kids). Nel corso del dibattito i relatori risponderanno anche alle domande che i bambini stessi hanno raccolto nel mese precedente in appositi bussolotti distribuiti in tutta la città. “Il disordine è vissuto male da noi adulti, ma è un diritto dei bambini – afferma Enrico Nonnis, neuropsichiatra infantile di Roma – perché grazie al disordine il bambino impara ad orientarsi nel percorso della propria vita, e con la guida dell’adulto, stabilisce in libertà i propri personali confini. In questa giornata simbolica ed importante – conclude Nonnis – i bambini eserciteranno la propria creatività, e questo li aiuterà nella crescita del fisico, perché  miglioreranno la propria coordinazione, e della mente, perché elaborando la dimensione dello spazio e del tempo si eserciteranno a progettare il proprio futuro”. “I bambini hanno bisogno del disordine perché la loro mente é in evoluzione – aggiunge Emilia Costa, 1° Cattedra di Psichiatria “La Sapienza” e Primario di Psicofarmacologia al Policlinico Umberto 1°e disordine significa movimento spontaneo, con il quale esplorano la dimensione spazio-temporale per creare nuovi giochi, che sono poi nuove sintesi conoscitive. Non si può e non si deve impedire al bambino il gioco creativo e libero dagli schemi propri degli adulti, se lo si vuole far crescere in modo sano ed equilibrato, perché corpo e mente sono un tutt’uno, un’unità inscindibile, e si influenzano ed interagiscono reciprocamente”.


“Giù le mani dai bambini ® si conferma come realtà di riferimento per la sensibilizzazione contro la somministrazione disinvolta di psicofarmaci ai minori, celebrando in un piccolo centro della provincia italiana l’importante ricorrenza mondiale. Una scelta influenzata dalla dinamica attività di Castelnuovo Scrivia che vanta il diffuso ed apprezzatissimo periodico Mosaico Kids, giornale interamente scritto dai bambini e ragazzi del paese, coordinati da Mimma Franco, i quali hanno anche contribuito all’organizzazione dell’evento. Un’importante dimostrazione di come, anche nei piccoli centri, si possono porre le basi per una sana pedagogia del minore. L’evento è realizzato anche grazie al sostegno del Comune di Castelnuovo Scrivia e di Nutrigea, leader nella distribuzione e produzione di integratori alimentari naturali, con una linea specifica indirizzata alla salute dei bambini.

Dati di sensibilizzazione:
  • 11.000.000, i minori che ogni anno utilizzano farmaci psicoattivi (per tutte le patologie) nei soli Stati Uniti
  • 20.000.000, il numero di ricette compilate in USA ogni anno per la somministrazione dei soli psicofarmaci di tipo stimolante ai bambini
  • 100%, l’incremento del consumo di psicofarmaci per l’iperattività in oltre 50 paesi, tra i quali Belgio, Germania, Inghilterra, Olanda, Islanda, Irlanda, Norvegia e Spagna
  • 737.000, il numero di minori in età pediatrica in Italia che soffrirebbero di disagi o turbe mentali (tutte le patologie) secondo i risultati del progetto di screening “PRISMA”
  • 162.000, il numero di minori in età pediatrica in Italia che soffrirebbero di iperattività e deficit di attenzione secondo i risultati del progetto di screening “PRISMA”
  • da 30.000 a 60.000, i bambini italiani che ogni giorno assumono psicofarmaci, alcuni dei quali inducono al suicidio secondo i più recenti “warning” dagli USA


   Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

21 Novembre, 2008 at 8:43 pm