Archive for the ‘ANPI-PARMA’ tag

Riforme Costituzionali-Incontro con i Giuristi Democratici

without comments

 

Riforme Costituzionali-Incontro con i Giuristi Democratici

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

dicembre 5th, 2015 at 1:35 am

Inviato in Notizie Parmensi

Tagged with

Iniziativa ANPI Parma martedì 25 ottobre

without comments

Martedì 25 ottobre iniziativa del Comitato Provinciale di Parma dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, dedicata a “Mirka” Polizzi.
La mattina, dalle 10, incontro con le scolaresche all’Auditorium del Carmine di piazzale Boito.
La sera, dalle 21, presso la Corale Verdi presentazione del libro di Silvana Calvo “A un passo dalla salvezza”, con l’autrice, la presidente dell’ANPI provinciale Gabriella Manelli e Marisa Ferro e Andrea Liparoto della Segreteria Nazionale dell’ANPI, e inoltre lettura-spettacolo di brani tratti dal libro, a cura di Giancarlo Ilari.

Il volantino ANPI Parma 25 ottobre 2011 in formato pdf

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

ottobre 25th, 2011 at 1:45 am

il Comitato “Salviamo la Costituzione” di Parma presenta ufficialmente la propria attività, tesa alla difesa della Costituzione Italiana dagli attacchi e dalle minacce in atto

without comments

Il Presidente del Comitato Salviamo la Costituzione di Parma Prof.ssa Gabriella Manelli

Il giorno 13 Ottobre alle ore 20.00, presso il Circolo Arci Fuori Orario (Taneto di Gattatico), il Comitato “Salviamo la Costituzione” di Parma presenta ufficialmente la propria attività, tesa alla difesa della Costituzione Italiana dagli attacchi e dalle minacce in atto.

Alle ore 20 la serata si apre con una cena (costo 12,00€ – è richiesta la prenotazione al sito www.arcifuori.it o al numero di telefono 0522/671970).

Seguono la presentazione del Comitato e l’incontro con il giornalista ed ex sindaco di Torino, Diego Novelli che per l’occasione presenterà il suo libro “Ritratti. Il volto del mio novecento”.

Parteciperanno anche l’Anpi di Parma e di Reggio Emilia.

Comitato “Salviamo la Costituzione” – Parma    salviamocostituzione.parma@gmail.com

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

ottobre 13th, 2010 at 1:15 am

TACADANCER QUANDO LA TRASGRESSIONE ERA BALLARE ABBRACCIATI

without comments

L’appuntamento con il festival TACADANCER, quando la trasgressione era ballare abbracciati, alle ore 21,30 di SABATO 11 SETTEMBRE è per il concerto LA MUSICA DELLA LIBERAZIONE ospitato dalla Festa dell’ANPI Provinciale a Sala Baganza e che vedrà la suggestiva esibizione della PICCOLA ORCHESTRA DI RIOLA di Vergato in una serata all’insegna della storia della musica da ballo in cui si cercherà di svelare segreti, aneddoti, origini, provenienze e contaminazioni delle musiche proposte. Un’occasione unica, per conoscere la nostra storia e riscoprire i repertori musicali del secolo scorso che con TACADANCER, quando la trasgressione era ballare abbracciati e il lavoro eseguito sulle partiture originali tratte dagli archivi si trasforma in una nuova possibilità di conoscere i più importanti autori e suonatori del ‘900. Grazie alla collaborazione con ANPI Provinciale, con il concerto a ingresso gratuito della PICCOLA ORCHESTRA DI RIOLA di Vergato riscopriremo il repertorio tipico delle feste da ballo nell’alta montagna bolognese eseguito dalle bande durante il secolo scorso. Come ricordano gli organizzatori “il ruolo della banda era anticamente importante non solo nell’animazione delle festività sia civili che religiose: con un organico ridotto definito “bassa banda” o “piccola orchestra” l’istituzione bandistica presente sul territorio dava vita infatti a splendide serate di festa da ballo”. Questo lavoro di ricerca si affianca ad altri nati dai vari stili della musica da ballo tradita in Emilia Romagna ed editi dalla collana discografica di TACADANCER, quando la trasgressione era ballare abbracciati col sottotitolo Il liscio cambia pelle, la musica dei nostri nonni oggi suona così: il settore Creazioni, dove sarà inserito anche un nuovo Cd in corso di studio per l’edizione 2010, rappresenta il fatto nuovo e punta a far rivivere queste musiche secondo la nuova ispirazione artistica perché uno stile continui a vivere attraverso artisti del nostro complesso presente musicale. Per gli organizzatori Shéhérazade di Reggio Emilia e Lune Nuove di Parma “non sono semplici eventi, ma attività che puntano a valorizzare un territorio, perché il loro valore scaturisce – appunto – dal profondo legame che riescono a stabilire con esso. Un’operazione – quindi – di messa a sistema di esperienze e di attività spesso molto varie che attraverso un loro ‘heritage’ comune parlano della propria cultura e della propria storia a una voce sola. Grazie a Certhidea, partner informatico di TACADANCER, da quest’anno sarà possibile consultare il programma generale delle serate o interagire con il Festival sul sito www.tacadancer.com, per iscriversi alla mailing list, scoprire le novità o lasciare fotografie e commenti alle 92 date in calendario.

TACADANCER INFOLINE 331 4020583 – WWW.TACADANCER.COM

TACADANCER Ufficio Stampa – Francesca Rozzi – Lune Nuove Scrl

tel. 0521 941878 – fax 0521 989315 – cell. 380 2545624 – ufficio.stampa@tacadancer.com Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

settembre 11th, 2010 at 1:13 am

ANPI PARMA Invito stampa – Parma, 6 settembre 2010

without comments

ANPI PARMA
Invito stampa – Parma, 6 settembre 2010
—————————————–

1a FESTA PROVINCIALE A.N.P.I. Parma

Il Comitato Provinciale dell’Associazione Partigiani d’Italia di Parma ha
convocato una CONFERENZA STAMPA
Lunedì 6 settembre p.v. alle ore 10.30 presso la sede di P.le Barbieri 1 per
illustrare il ricco programma della prima festa provinciale dell’associazione che si terrà a
Sala Baganza nei giorni 10, 11 e 12 settembre 2010.

All’incontro sarà presente l’ufficio di Presidenza e i responsabili delle
commissioni organizzazione, cultura e comunicazione.
——————————————
A.N.P.I. PARMA – Commissione Comunicazione
P.le Barbieri, 1 – 43125 Parma
Tel.: 0521/286236 – Fax: 0521/506140
http://www.anpiparma.it

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

settembre 6th, 2010 at 1:36 am

La Festa della Liberazione 2010, 25 aprile Anniversario della Liberazione

without comments

Il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione d’Italia dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945. E’ quindi doveroso dedicare una pagina a questa ricorrenza perché ha segnato una svolta importante per il nostro paese.

Dopo la liberazione d’Italia dai nazifascisti i i gruppi politici della Resistenza hanno ricostruito il nuovo stato italiano. Un nuovo stato basato sulla democrazia e sul rispetto delle libertà. Questa era l’idea in origine dello Stato italiano.

Ogni anno in svariate città italiane vengono organizzati cortei e manifestazioni per festeggiare e ricordare la festa della liberazione. Torino e Milano furono liberate il 25 aprile del 1945: questa data è stata assunta quale giornata simbolica della liberazione dell’Italia intera dal regime fascista e, denominata appunto Festa della Liberazione che viene commemorata ogni anno in tutte le città d’Italia.

Le truppe alleate giunsero nelle principali città liberate poi nei giorni seguenti. La liberazione di alcune città, inclusi svariati centri industriali di importanza davvero strategica, prima dell’arrivo degli alleati permise l’avanzata di questi in maniera più rapida e molto meno onerosa in termini di vite e rifornimenti. In vari casi avvennero drammatici combattimenti in strada; i sopravvissuti dell’esercito tedesco e gli irriducibili fascisti della Repubblica Sociale Italiana sparavano nascosti in vari edifici o appostati su tetti o campanili contro partigiani e civili. Tra le due fazioni avvennero vere e proprie battaglie (come a Firenze nel settembre 1944), ma di solito la loro resistenza si ridusse a una disorganizzata guerriglia, per esempio a Piacenza e a Parma.

La notte del 26 aprile 1945 Benito Mussolini, insieme ai suoi gerarchi risiede a Grandola ed Uniti all’interno dell’ hotel Miravalle nella frazione di Cardano.

Il 27 aprile del 1945 Mussolini, indossando l’uniforme di un soldato tedesco, venne catturato a Dongo, in prossimità del confine Svizzero, mentre tentava l’espatrio insieme all’amante Claretta Petacci. Riconosciuto dai partigiani, venne imprigionato e giustiziato il 28 aprile a Giulino di Mezzegra e successivamente il suo cadavere esposto a testa in giù, accanto a quelli della Petacci e di altri gerarchi, in piazzale Loreto a Milano.

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione: ricordiamoci che uomini e donne di tutte le età sono morti allora, per garantirci i diritti democratici dei quali oggi godiamo. Grazie a loro.

Fidenza celebra l’ anniversario della Liberazione
Il 25 aprile, anniversario della Liberazione, Fidenza celebrerà la memoria di tutti i caduti per la libertà con una grande cerimonia commemorativa. La mattina da piazza Garibaldi partiranno le delegazioni per la deposizione di corone di alloro ai cippi in ricordo ai Caduti della Resistenza e al Monumento ai Caduti di Cefalonia e Corfù. Alle ore 10.00 sarà celebrata una santa messa alla chiesa di San Pietro Apostolo. Al termine della funzione religiosa, alle ore 10.45 con partenza da piazza Gioberti, un corteo accompagnato dalla banda “Città di Fidenza” si snoderà per le vie del centro alla volta del Monumento dei Caduti e del Monumento ai Carristi per deporre una corona d’alloro alla memoria degli eroi che diedero la vita per la patria. Alle ore 11.15 il corteo giungerà infine in piazza Garibaldi dove, nel corso di una cerimonia commemorativa, dopo l’orazione ufficiale del segretario dell’Anpi, saranno premiati i temi scolastici sulla Resistenza

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

ALLA MEDIA ZANI INAUGURATA LA MOSTRA SULLA RESISTENZA FIDENTINA APERTA FINO AL 24 APRILE

without comments

Presenti Guglielmo Cavazzini dell’ANPI di Parma e Renato Frati dell’ANPI Fidenza

Ricordati i martiri degli eccidi nazisti delle Garzole e di Via Baracca

Aprile 1945. Fin dai primi giorni le azioni dei distaccamenti fidentini e di quasi tutti i reparti della 31^ Brigata Garbaldi “Forni” si concentrarono sulla Via Emilia, dove transitavano autocarri di soldati tedeschi in ritirata. L’intensificazione dei lanci alleati avevano consentito alle formazioni partigiane di armarsi. A mezzanotte dell’11 aprile i comandi partigiani decisero l’attacco a Salso. Il mattino dopo le squadre partigiane di Barabaschi e Guatelli entrarono in Fidenza. Quello che è successo da quel momento in poi è raccontato nei grandi pannelli didattici in mostra presso la scuola Media Zani. La mostra, inaugurata dall’ANPI di Fidenza resterà aperta fino a sabato 24 aprile. All’inaugurazione erano presenti il Partigiano Guglielmo Cavazzini dell’ANPI di Parma, il partigiani fidentino Renato Frati, il Preside Paolo Mesolella, la prof.ssa Bertuzzi e gli alunni delle classi terze. Una buona occasione per ricordare la partecipazione di Fidenza alla Resistenza. Con 162 partigiani combattenti e 105 patrioti. Uomini dai 16 ai 45 anni, con ben 46 fidentini uccisi per rappresaglia. Impossibile non ricordare i martiri degli eccidi delle Garzole e di Via Baracca. La notte dell’9 marzo 1945 alcuni partigiani attaccarono all’altezza di Rimale, un convoglio tedesco. Immediata fu la reazione tedesca. Dalle carceri piacentine furono prelevati 15 partigiani innocenti e portati a Corduro. Qui vennero fatti sedere a terra e furono uccisi con due colpi di mitra alla nuca. Erano 13 giovani innocenti:

Filippo Colli, Francesco Capanna, Giuseppe Risoli, Giuseppe Ghirlanda, Giuliano Pavesi, Raffaele CErlesi, Luciano Bertè, Giannino Verzè, Sergio Sichel, Valent Belriguardo, Primo Guerzoni, Carlo Sampini, Mario Sessenna, Alberto Baldini. L’indomani, nella notte del 10 marzo, altri partigiani del “Barabaschi” si imbatterono in una pattuglia fascista sulla strada di Tabiano. Il giorno dopo, all’inizio di Via Baracca, a pochi metri dalle Carzole, i fascisti fucilarono tre partigiani detenuti ingiustamente nel carcere di San Francesco. La mostra serve a non dimenticarli.

AVVISO

Il giorno 9 marzo 1945 dei soldati germanici vennero vilmente assassinati tra Fidenza e Alseno in una insidia tesa sulla Via Emilia. A ragione di rappresaglia furono giustiziati sullo stesso luogo del delitto i seguenti banditi previamente condannati a morte.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Il dovere di non piacere, la resistenza di Enzo Biagi

without comments

“Ci sono dei momenti in cui si ha il dovere di non piacere a tutti e noi non siamo piaciuti”

(Enzo Biagi, 2002)

Sabato 6 febbraio 2010 ore 21

Oratorio del Carmine

(Via del Conservatorio 27/a, Parma)

Il dovere di non piacere

La resistenza di Enzo Biagi

lettura-concerto promossa da ANPI – Parma nel ciclo di eventi della Giornata della Memoria 2010

Letture da “I quattordici mesi” di Enzo Biagi

a cura di Giancarlo Ilari musiche a cura di Luciano Cavalli saranno presenti Bice e Carla Biagi

Ingresso gratuito

Per informazioni:   Armando Maestri ANPI: 0521 286236   Gabriella Manelli

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

febbraio 6th, 2010 at 5:10 am

Inviato in Notizie Parmensi

Tagged with ,