Archive for aprile, 2010

Caritas diocesana a Soragna il 30 Aprile, 1 e 2 Maggio 2010

without comments

Nei giorni 30 aprile, 1 e 2 maggio, in occasione della ‘’Mostra dell’artigianato di Soragna’’ allestiremo come di consueto una bancarella di abiti ed accessori di abbigliamento in via Garibaldi ed un punto vendita di libri, articoli vintage e da collezione, presso la nostra sede di via Veneto.

Tutti gli articoli esposti sono stati donati con lo scopo di utilizzare il ricavato della vendita per le nostre attività di solidarietà concreta sul territorio, e per le iniziative della Caritas diocesana quali: adozioni a distanza, supporto alla mensa per i poveri ed al dormitorio, sostegno alle missioni, nello spirito di: ‘’fai al tuo prossimo quello che vorresti fosse fatto a te ’’.

Vi preghiamo quindi di partecipare ed oltre alla possibilità di trovare l’oggetto o il capo particolare, nello stesso tempo il soldino speso serve a rendere un pochino migliore la vita di qualcuno che è nel bisogno.

Sito Web: http://www.nelparmense.it/caritas.soragna

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 30th, 2010 at 1:00 am

Plácido Domingo al Museo Giuseppe Verdi di Busseto (PR) in diretta via satellite il Simon Boccanegra dalla Scala di Milano

without comments

Giovedì 29 aprile 2010. Opera ed emozioni a Villa Pallavicino con un artista leggendario

Simon Boccanegra: un titolo da intenditori. Ma anche una straordinaria occasione per iniziare in grande stile un percorso di emozioni e scoperte all’interno della drammaturgia verdiana. Giovedì 29 aprile 2010, alle ore 20, il Museo Nazionale Giuseppe Verdi di Busseto (PR) ospiterà la diretta via satellite in alta definizione del Simon Boccanegra attualmente in scena alla Scala di Milano con Plácido Domingo nel ruolo del titolo. Il mitico tenore spagnolo interpreta, questa volta in veste di baritono, l’intensa figura del primo Doge di Genova. Sul podio Daniel Barenboim. Regia di Federico Tiezzi. Completano il cast Fabio Sartori (Gabriele Adorno), Francesco Furlanetto (Jacopo Fiesco), Anja Harteros (Amelia/Maria Boccanegra), Massimo Cavalletti (Paolo Albiani) ed Ernesto Panariello (Pietro). Orchestra e Coro del Teatro alla Scala di Milano.

“Una inconsolabile tristezza – come spiega la nota introduttiva a cura del Teatro alla Scala – vela un mondo litigioso, interessato, ambizioso e sleale in cui gruppi sociali, patrizi e plebei, si fronteggiano. In mezzo l’anziano doge, l’ex corsaro Boccanegra, costretto a domare rivolte furiose, stupidità e tradimenti. L’unica consolazione, in questa Genova arcaica e rapace, il ritrovamento della figlia perduta, che lo accompagna nell’ultimo scorcio di vita”.

Serata da non perdere, quindi, nello splendido Museo verdiano allestito da Pier Luigi Pizzi all’interno di Villa Pallavicino. Il biglietto d’ingresso, che comprende la visita al Museo, la degustazione delle eccellenze enogastromiche parmensi e la diretta dell’opera dal Teatro alla Scala di Milano, costa 20 euro. E’ consigliata la prenotazione.

Per l’occasione, la visione del Simon Boccanegra sarà preceduta, alle ore 19.30, dalla presentazione dell’opera a cura del professor Corrado Mingardi, autentico esperto dell’opera e della vita di Verdi. Alle ore 18.30 sarà possibile effettuare l’ultima visita al Museo, le cui 27 sale sono dedicate ciascuna a un’opera di Verdi (disponibili le interessanti audioguide di Philippe Daverio). Prima dell’inizio dell’opera e durante gli intervalli sarà possibile degustare i prodotti tipici delle terre verdiane.

Per informazioni: Museo Nazionale Giuseppe Verdi

Villa Pallavicino, Verdi Multimedia Srl, Viale Ziliani 1 – 43100 Busseto (Parma) T +39.0524.931002 ,
F
+39.0524.930556 , E info@museogiuseppeverdi.it , W www.museogiuseppeverdi.it

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 29th, 2010 at 1:20 am

Spino Fiorito “spumeggiante”, Identità Immutate® in compagnia al Castello Malaspina di Massa

without comments

Alcune new-entry al Castello Malaspina di Massa, dal 29 aprile al 2 maggio, come il video-chef Fabio Campoli, e molte conferme, tra cui Beppe Bigazzi e i 100 produttori. Con l’unione di più progetti a favore dell’enogastronomia made in Italy.

Prologo: Identità Immutate® è il movimento non-profit, voluto dall’Assessorato all’Agricoltura di Massa-Carrara e ideato dalla giornalista Rosanna Ercole Mellone, che unisce in una rete solidale piccoli territori italiani custodi della tradizione agricola ed artigianale e poco conosciuti. L’associazione, come di consueto, a fine aprile torna nel suo luogo d’origine: il Castello Malaspina di Massa. In questa location storica ed affascinante, la provincia capo-fila del progetto riceverà gli altri aderenti e gli ospiti illustri nella manifestazione-madre Spino Fiorito, all’insegna dell’enogastronomia di alta qualità e di nicchia, di cui il sodalizio è la naturale evoluzione.

Il fatto: Inizio con il “botto” per la sesta edizione di Spino Fiorito-“Le piccole grandi Italie del bicchiere”: infatti sarà completamente effervescente l’apertura della mostra-mercato biennale, che si terrà al Castello Malaspina di Massa, da giovedì 29 aprile a domenica 2 maggio 2010, con l’esposizione dei prodotti enogastronomici di oltre 100 aziende.

Dopo l’inaugurazione, i Tecchiaioli proporranno un brindisi a modo loro e con i brividi, in arrampicata sulla parete del maniero.

Ma il momento clou della giornata è previsto per il primo pomeriggio: nel Salone di Rappresentanza, saranno protagonisti gli “spumanti” d’Italia, presentati da Giampietro Comolli, direttore di Altamarca Associazione-Colline del Veneto e già direttore del Forum degli Spumanti, e quelli sperimentali, ottenuti da bacche autoctone della Provincia e illustrati dal professor Giancarlo Scalabrelli dell’Università di Pisa.

Programma Spino Fiorito 2010 al Castello di Malaspina Massa-Carrara

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 29th, 2010 at 1:00 am

Forum Solidarietà, “NON SOLO CARCERE, la pena utile”

without comments

Al via una campagna inter-provinciale per la promozione delle misure alternative

I detenuti che commettono reato durante la misura alternativa, sono 4 su 1000; quelli che tornano a delinquere dopo aver scontato tutta la pena in carcere sono 690 su mille.

Le associazioni di volontariato attive a Parma per il carcere, presentano la campagna “Non solo carcere, la pena utile”, nata in Emilia Romagna da un coordinamento di 20 soggetti per informare e sensibilizzare i cittadini sulle pene alternative intese come esperienze di rieducazione alla legalità e alla riassunzione di responsabilità per le persone condannate.

Per presentare i materiali e i motivi della campagna è stata indetta una conferenza stampa per

mercoledì 28 aprile alle 11.10 a Forum Solidarietà a cui interverranno:

  • Fabio Fabbro, presidente di Forum Solidarietà
  • Carla Chiappini direttore tecnico del progetto e componente del Consiglio direttivo dell’ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna.
  • I volontari delle associazioni di Parma attive per il carcere

Non solo carcere, la pena utile” è un progetto interprovinciale che, partito da Piacenza, Modena, Forlì, ha coinvolto il volontariato di tutte le città sedi di carceri della Regione Emilia – Romagna e le tre Direzioni UEPE di Reggio Emilia, Bologna e Modena. E’ sostenuto dal Provveditorato dell’Amministrazione penitenziaria della Regione.

La stampa è invitata

Ufficio Stampa Forum Solidarietà   Centro di Servizi per il volontariato in Parma   0521/228330
e-mail informa@forumsolidarieta.it

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 28th, 2010 at 1:40 am

Domestic, una mostra fotografica che ci interroga sulla natura della sfera domestica, dal 28 aprile al 27 giugno 2010

without comments

Domestic, una mostra fotografica che ci interroga sulla natura della sfera domestica.

La mostra esamina qualcosa di tanto quotidiano e familiare come la casa contemporanea occidentale.

Alle selezioni per la mostra hanno partecipato piu’ di trecento fotografi da tutto il mondo. Alla mostra “Domestic” parteciperò con il portfolio fotografico “Casa Mattarini”.

Davide Grossi www.davidegrossi.it

La Photographic Social Vision Foundation, con il supporto della Obra Social Caja Madrid, presenta DOMESTIC, una mostra internazionale che attraverso più di 300 documentari e fotografie artistiche ci porta a riflettere sulla casa come spazio cruciale per lo sviluppo della nostra società contemporanea.

La mostra, curata da Arianna Rinaldo e Silvia Omedes e prodotta alla Obra Social Caja Madrid è il risultato di un’accurata ricerca che ha unito antropologi, psicologi, sociologi e storici con l’obbiettivo di interrogare il regno domestico, uno spazio complesso, problematico e in continuo cambiamento che a causa del suo essere così privato e quotidiano non è stato tema di auto-riflessioni da parte della società.

La mostra può essere visitata dal 28 aprile al 27 giugno 2010 allo Espai Cultural Caja Madrid a Barcellona.

Come influenzano la nostra identità i codici che impariamo nella sfera domestica? Che relazioni sviluppiamo con le persone con le quali viviamo? Che rapporto esiste tra il pubblico il privato e l’intimo? Che ruolo giocano le nuove tecnologie nella case di oggi? Che influenza hanno nei rapporti con la nostra casa i modelli economici e culturali predominanti?

Questi sono alcuni degli argomenti che la mostra fotografica Domestic si prefigge di esplorare.

Read the rest of this entry »

Giu’ le mani dai Bambini

without comments

CLAMORE IN INGHILTERRA SUI BAMBINI IPERATTIVI: UNA NUOVA RICERCA SCIENTIFICA PROVA CHE LA PEDAGOGIA E EFFICACE TANTO QUANTO GLI PSICOFARMACI!

Pubblicati sulla rivista scientifica ‘Biological Psichiatry’ i dati clamorosi di una nuova interessantissima ricerca della Nottingham University: ‘Nei bambini affetti da sindrome di disattenzione e iperattività (ADHD), gli incentivi possono avere lo stesso beneficio degli psicofarmaci’. Il nostro portavoce nazionale Luca Poma commenta così: ‘Sono sei anni che lo ripetiamo alle istituzioni di controllo sanitario italiane: si investa di più su percorsi non farmacologici, invece di cercare la scorciatoia della soluzione facile’. Leggi la news con le dichiarazioni degli esperti sul nostro portale internet!
CINQUE PER MILLE A GIU’ LE MANI DAI BAMBINI? PERCHE’ NO: UN AIUTO CONCRETO ALL’INFANZIA CHE NON TI COSTA NULLA!
Non ti chiediamo denaro: ti chiediamo fiducia. Con una Tua semplice firma , a costo zero, puoi fare davvero la differenza e aiutarci a proteggere il diritto alla salute dei più deboli tra noi: i bambini. Continuiamo ad impegnarci per garantire la possibilità agli adulti di domani di essere ‘differenti’, creativi, colorati, disordinati, emotivi… bimbi, insomma! Grazie per la Tua scelta: grazie per la tua firma a sostegno di ‘Giù le Mani dai Bambini’!
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 28th, 2010 at 1:00 am

Fuori Onda, pop-rock band Parmense

without comments

Fuori Onda, pop-rock band Parmense

Parma: Fuori Onda, sensazionale pop-rock band Parmense,torna alla grande dopo il successo del loro primo singolo “Dentro ognuno di noi” con “STORIE NEL CASETTO”

È possibile ascoltare il loro lavoro, visitando il sito myspace dove hanno un proprio spazio personale al seguente link: www.myspace.com/fuoriondaitalia oppure www.myspace.com/fuoriondaband e sul link Italiano www.nelparmense.it/fuorionda .

In attesa che venga ultimato tutto l’album «attualmente in fase di registrazione» è possibile ascoltare quatro dei loro brani. l’uscita completa dell’album dei Fuori Onda è prevista, entro la prossima primavera, “Marzo, Aprile 2011”. Il Gruppo Pop – Rock italiano, da sempre in felice equilibrio tra rock e pop, tra energia musicale e «voglia di fare musica».

I FUORI ONDA , band Parmense composta da Nardozza Rocco (voce e chitarra), Lorenzo Tanzi (Voce e tastiera), Nicolas Danny (basso) e Michael Danny (batteria).

inoltre è possibile fare il download dei singoli da I-TUNES al seguente link www.itunes.com/fuorionda , da NOKIA MUSIC STORE, NAPSTER e tanti altri semplicemente digitando “fuorionda”

Breve Biografia:

i Fuorionda nascono nell’autunno del 2007, fondati dal cantante Rocco Nardozza e dal tastierista cantante Lorenzo Tanzi, che grazie al loro spirito artistico cominciano a scrivere canzoni. Entreranno a far parte prima massimo belli “messico” e poi prendera’ il suo posto davide “mungo” ugolini alla batteria.

Nell’ottobre 07 i -leader- dei fuorionda cominciano ad incidere i primi pezzi “music” & “fuorionda”. i quali faranno parte del loro primo singolo “dentro ognuno di noi” uscito il 22 marzo 2008.

Nel novembre 09 iniziano a registrare “Portami nel cielo” & “Nonostante” che sono la colonna portante dell’ultimo EP “Storie nel cassetto” insieme a “Fuori Onda” & “Music” che sono le due BonusTrack

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 27th, 2010 at 7:08 pm

Storia e Memoria, Anniversari del 27 Aprile

without comments

Vita di Caterina Farnese (1637 – 1684)

(per gentile concessione delle Carmelitane Scalze di Parma)

Sul finire del 1661 una notizia inattesa movimentò la tranquilla vita del Ducato di Parma: la sorella del duca, Caterina Farnese, intendeva farsi Carmelitana Scalza. A corte la decisione fu subito considerata come l’ultima e più preoccupante delle innumerevoli bizzarrie della principessa, mentre in città molti si affrettarono a scommettere somme di denaro sul fatto che mai e poi mai ella sarebbe entrata in monastero o che — se vi fosse entrata — vi avrebbe perseverato: tanto universale e solida era la fama da lei conquistata in venticinque anni di capricci e di bizze. Ma Caterina entrò, perseverò e fu monaca autentica: anzi, monaca santa. Ma ora facciamo un passo indietro…

Quattro quarti di nobiltà…

1637: dal duca di Parma Odoardo Farnese e dalla sposa Margherita de’ Medici nasce, blasonatissima, Caterina. I nonni paterni sono Ranuccio I (figlio del celebre Alessandro Farnese) e Margherita Aldobrandini; i nonni materni, Maddalena d’Austria e Cosimo II de’ Medici. Una lista di nomi che non ha bisogno di commenti!

… e altrettanti di originalità

Pochi anni appena, e la bambina incomincia a portare scompiglio nella vita di corte: è imprevedibile, impertinente, ostinata. La sua specialità sono i capricci, specialmente quelli pubblici che, se già tanto mettono in imbarazzo i genitori comuni, per quelli reali devono costituire un vero affare di stato. I suoi «no», poi, sono irrevocabili. A Margherita de’ Medici non resta altro che rassegnarsi. Una volta adolescente, Caterina cambia metodo. Gli scatti incontrollati dell’infanzia rimanevano (e anzi qualcuno passò alla storia, come la distruzione di un preziosissimo collare di pizzo per il solo fatto che non le calzava a pennello); ma ormai la principessa preferiva ricorrere alle più signorili risorse del brio impertinente e della battuta tagliente. Va comunque ribadito che il cambiamento era più di stile che di sostanza; Caterina non aveva certo deposto le armi: le aveva solo raffinate.

Si fanno avanti pretendenti illustri…

Eppure, anche se ben protetti dai difetti, in Caterina c’erano tanti pregi. Era intelligente, brillante, colta. Sapeva anche essere generosa e signorile; era sincera e leale. E se circolavano mille pettegolezzi intorno alle sue bizzarrie, non ne circolava neppure uno riguardo alla sua integerrima moralità. Se a tutto questo aggiungiamo che era ritenuta una delle più belle principesse d’Europa, non c’è da meravigliarsi se ben presto cominciò a ricevere blasonate proposte di matrimonio: alle quali rispondeva di no. O un re, o niente, diceva: questa, almeno, era la motivazione ufficiale.

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 27th, 2010 at 1:40 am

“3º Trofeo Roberto Allodi” organizzato dallo Yacht Club Parma

without comments

Regata velica sabato 8 maggio a Porto Lotti di La Spezia: aperte le iscrizioni fino al 4 maggio. Gara valida anche come 3ª Beneteau Cup e 1º Ski Yachting

Le acque del Golfo dei Poeti sono teatro suggestivo per la regata velica “3º Trofeo Roberto Allodi”, organizzata dallo Yacht Club Parma sabato 8 maggio con partenza (alle ore 12) e arrivo al largo del porticciolo di Lerici e con punto di riferimento il Porto Lotti di La Spezia. Le iscrizioni sono aperte a tutti e devono pervenire allo Yacht Club Parma entro le ore 18 di martedì 4 maggio: tel. 800-135630, fax 0521-641770, e-mail segreteria@yachtclubparma.it e, per il bando di regata con tutte le informazioni, www.yachtclubparma.it.

Intitolato per il terzo anno consecutivo alla memoria del parmigiano Roberto Allodi, pioniere in vari settori dell’imprenditoria (edilizia, editoria radiotelevisiva, pubblicità, software) ed eclettico sportivo appassionato di mare e vela con la sua barca Bellatrix, il trofeo è inserito nel circuito della duegiorni Maralunga (che si completa con una regata domenica 9, non vincolante) e prevede al proprio interno due classifiche speciali: la “3ª Beneteau Cup”, riservata agli armatori del noto cantiere francese, e il “1º Ski Yachting”, graduatoria combinata con la gara di sci del 27 febbraio scorso a Schia e dunque riservata a chi ha a bordo i reduci di quello slalom gigante.

Al “Trofeo Roberto Allodi” possono prendere parte tutte le imbarcazioni a vela, di tutte le dimensioni, in classe libera. Pertanto è possibile gareggiare con una propria imbarcazione oppure con un’imbarcazione a noleggio oppure imbarcati su unità i cui armatori si siano resi disponibili (fino a esaurimento posti). Sono in particolare invitati a contattare la segreteria dello Yacht Club Parma sia coloro che intendono partecipare con l’imbarcazione a noleggio e/o con skipper e non sono in grado di organizzarsi in tempo creando un gruppo di almeno cinque persone, sia coloro che desiderano aderire alla combinata Ski Yachting e si trovano senza imbarco.

La regata si avvale della collaborazione del Circolo della Vela Erix e del contributo di Schiatti Class, Beneteau Italia e Blumed. Le prime due edizioni del “Trofeo Roberto Allodi” hanno visto la vittoria di Doni Star nel 2008, davanti a Emma e a Mister George, e di GLS Stella nel 2009, davanti a Young Robestina e a Baraldi First; ma quest’anno la lotta si preannuncia ancor più accesa con altre imbarcazioni al via. La premiazione con cena si svolgerà la sera di sabato 8 maggio, dalle 19, al ristorante La Terrazza di Porto Lotti a La Spezia. Ultimamente lo Yacht Club Parma ha anche predisposto i corsi per le patenti nautiche, che hanno riscosso grande successo, e la scuola vela per ragazzi, che si terrà dal 21 al 25 giugno a Desenzano del Garda.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 26th, 2010 at 6:04 pm

PeaceReporter, intervista ai tre operatori liberati di Emergency

without comments

Dal nostro inviato, Enrico Piovesana

Una lunga intervista con Marco Garatti, Matteo dall’Aira e Matteo Pagani, i tre operatori di Emergency liberati domenica scorsa. In esclusiva la ricostruzione della vicenda: il prelevamento, la prigionia, la liberazione.

VIDEO: IL PRELEVAMENTO

I tre raccontano all’inviato di PeaceReporter Enrico Piovesana il momento del prelevamento, specificando che erano stati allontanati in base a infomazioni che parlavano di “un gruppo di terroristi inseguiti dalla polizia che voleva entrare nell’ospedale di Emergency”.

VIDEO: LA PRIGIONIA

Nella lunga intervista i tre raccontano anche degli interrogatori subiti, delle condizioni della loro prigionia a Lashkar-gah e a Kabul

VIDEO: LA LIBERAZIONE

Nell’intervista viene ribadito che “i servizi segreti, i dirigenti della struttura, ci hanno più volte confermato che l’atto del rilascio è legato al fatto che non è stato trovato nulla contro di noi e contro Emergency e che la liberazione non è frutto di pressioni politiche, non di compromesso, ma della conclusione delle indagini”. Specificando che la stessa cosa è stata riferita anche alla rappresentanza diplomatica italiana.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 26th, 2010 at 1:07 am

La Festa della Liberazione 2010, 25 aprile Anniversario della Liberazione

without comments

Il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione d’Italia dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945. E’ quindi doveroso dedicare una pagina a questa ricorrenza perché ha segnato una svolta importante per il nostro paese.

Dopo la liberazione d’Italia dai nazifascisti i i gruppi politici della Resistenza hanno ricostruito il nuovo stato italiano. Un nuovo stato basato sulla democrazia e sul rispetto delle libertà. Questa era l’idea in origine dello Stato italiano.

Ogni anno in svariate città italiane vengono organizzati cortei e manifestazioni per festeggiare e ricordare la festa della liberazione. Torino e Milano furono liberate il 25 aprile del 1945: questa data è stata assunta quale giornata simbolica della liberazione dell’Italia intera dal regime fascista e, denominata appunto Festa della Liberazione che viene commemorata ogni anno in tutte le città d’Italia.

Le truppe alleate giunsero nelle principali città liberate poi nei giorni seguenti. La liberazione di alcune città, inclusi svariati centri industriali di importanza davvero strategica, prima dell’arrivo degli alleati permise l’avanzata di questi in maniera più rapida e molto meno onerosa in termini di vite e rifornimenti. In vari casi avvennero drammatici combattimenti in strada; i sopravvissuti dell’esercito tedesco e gli irriducibili fascisti della Repubblica Sociale Italiana sparavano nascosti in vari edifici o appostati su tetti o campanili contro partigiani e civili. Tra le due fazioni avvennero vere e proprie battaglie (come a Firenze nel settembre 1944), ma di solito la loro resistenza si ridusse a una disorganizzata guerriglia, per esempio a Piacenza e a Parma.

La notte del 26 aprile 1945 Benito Mussolini, insieme ai suoi gerarchi risiede a Grandola ed Uniti all’interno dell’ hotel Miravalle nella frazione di Cardano.

Il 27 aprile del 1945 Mussolini, indossando l’uniforme di un soldato tedesco, venne catturato a Dongo, in prossimità del confine Svizzero, mentre tentava l’espatrio insieme all’amante Claretta Petacci. Riconosciuto dai partigiani, venne imprigionato e giustiziato il 28 aprile a Giulino di Mezzegra e successivamente il suo cadavere esposto a testa in giù, accanto a quelli della Petacci e di altri gerarchi, in piazzale Loreto a Milano.

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione: ricordiamoci che uomini e donne di tutte le età sono morti allora, per garantirci i diritti democratici dei quali oggi godiamo. Grazie a loro.

Fidenza celebra l’ anniversario della Liberazione
Il 25 aprile, anniversario della Liberazione, Fidenza celebrerà la memoria di tutti i caduti per la libertà con una grande cerimonia commemorativa. La mattina da piazza Garibaldi partiranno le delegazioni per la deposizione di corone di alloro ai cippi in ricordo ai Caduti della Resistenza e al Monumento ai Caduti di Cefalonia e Corfù. Alle ore 10.00 sarà celebrata una santa messa alla chiesa di San Pietro Apostolo. Al termine della funzione religiosa, alle ore 10.45 con partenza da piazza Gioberti, un corteo accompagnato dalla banda “Città di Fidenza” si snoderà per le vie del centro alla volta del Monumento dei Caduti e del Monumento ai Carristi per deporre una corona d’alloro alla memoria degli eroi che diedero la vita per la patria. Alle ore 11.15 il corteo giungerà infine in piazza Garibaldi dove, nel corso di una cerimonia commemorativa, dopo l’orazione ufficiale del segretario dell’Anpi, saranno premiati i temi scolastici sulla Resistenza

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Emergency, 25 Aprile Festa della liberazione

without comments

Festa di liberazione

Il 25 aprile in Italia è la festa della liberazione dal nazismo, dal fascismo e dalla guerra che il nostro paese, all’indomani di quel giorno, ha scelto di ripudiare.

La guerra ha tante facce, lo sappiamo bene: le facce di tutti i pazienti ricoverati negli ospedali di Emergency in giro per il mondo. Tante facce, un’unica espressione: l’orrore.

La guerra, negli ultimi giorni, ha avuto anche la faccia di Matteo, Marco e Matteo, delle loro famiglie, di tutti colleghi: la faccia dell’angoscia per la sorte di tre uomini innocenti finiti, loro malgrado, in un incubo di calunnie, silenzi, incertezze.

Domenica 25 aprile, a Milano, sarà anche la nostra festa della liberazione. Liberazione da un incubo. Liberazione dalle galere afgane. Liberazione da una marea di grottesche accuse che ci hanno gettato addosso e che poi, grazie al lavoro di tutti, si sono rivelate agli occhi dei cittadini italiani per quello che erano: semplicemente ridicole fantasie.

Domenica vi aspettiamo a Milano. Appuntamento in corso Venezia angolo via Palestro (fermata linea rossa PALESTRO) ore 14.00.

Sarà possibile acquistare le t-shirt “IO STO CON EMERGENCY” dai nostri volontari presenti.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 25th, 2010 at 1:30 am

Burattini dei Ferrari in ” SANDRONE DIVENTA AVVOCATO”

without comments

La Compagnia I Burattini dei Ferrari
è lieta di invitarVi
in collaborazione con
il Teatro Museo Giordano Ferrari – il castello dei burattini via Melloni, 3 – Parma

Domenica 25 aprile 2010 ore 15.00

PIAZZA DELLA STECCATA – PARMA

” SANDRONE DIVENTA AVVOCATO”
Commedia in 3 atti

Vi attendiamo
Daniela & Giordano Ferrari

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 25th, 2010 at 1:15 am

Barra al centro e … pedalare! c’è la Porcolonga di Primavera

without comments

Domenica 25 aprile seconda “puntata” sui percorsi golosi dell’iniziativa della Strada del Culatello – Si visitano produttori e monumenti in bicicletta e si naviga sul Po – Pranzo e poi merenda “robusta” – Si possono acquistare i prodotti tipici, ritrovandoli all’arrivo

Il modo più originale per visitare, assaporare, girare, gustare, conoscere, osservare la Bassa parmense (quel territorio compreso fra Parma e il Po) è la PORCOLONGA di Primavera. Si tratta di una “invenzione” della Strada del Culatello di Zibello rivolta a piccoli gruppi di persone (massimo 25) che partono da ognuno dei 9 Comuni della Strada.

La Porcolonga di Primavera nell’edizione 2010 si svolge in due date, così sono previsti cinque itinerari domenica 25 aprile da percorrere in bicicletta e in barca, con l’assistenza di guide professionali della Uisp, (variano fra 40 e 50 chilometri circa) da percorrere alla media “lenta” di 10 km/orari.

Si parte da San Secondo, Zibello, Busseto, Soragna e Sissa (unico percorso senza navigazione in motonave sul Po),.

In ognuno dei tracciati si effettuerà una visita guidata ad un monumento: dal Museo Guareschi alla Rocca di San Secondo, dal Castello di Roccabianca alla Corte Le Piacentine. Inoltre si visiteranno le “cantine” di stagionatura del Culatello DOP e i caseifici di produzione del Parmigiano Reggiano.

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 25th, 2010 at 1:00 am

FIDENZA LA MASSERIA DELLE ALLODOLE TESTIMONIANZE PER IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI

without comments

Sabato 24 aprile 2010, ore 10.30 – Salone della Biblioteca della SMS Zani.

la Scuola Media Statale “Pietro Zani”, ricorderà il Genocidio degli Armeni. Non solo, quindi, la Giornata della Memoria degli ebrei o il Giorno del Ricordo delle foibe istriane, ma anche il giorno dedicato al Metz Yeghern, il Grande Male, ossia il Genocidio degli Armeni, che iniziò proprio il 24 aprile 1915 con l’arresto e la deportazione in massa degli Armeni turchi. Per l’occasione, la Scuola Media Zani terrà un incontro testimonianza tra alunni e docenti, durante il quale sarà proiettato il documentario la Masseria delle allodole. Durante l’incontro, che si terrà nella biblioteca della scuola, a partire dalle ore 11, al quale parteciperanno il dirigente scolastico Paolo Mesolella e le professoresse Claudia Bertuzzi e Lipia Gloriana, sarà ricordato il massacro che provocò la morte di almeno 1.500.000 persone. Il massacro di un popolo che solo di recente si è iniziato a ricordare, perché finora oggetto di colpevole dimenticanza ai limiti della rimozione.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 24th, 2010 at 1:45 am

Noi mangiamo strano! Anziani di Parma e giovani migranti propongono, insieme, un laboratorio di cucina multietnica

without comments

Parte sabato 24 aprile il laboratorio di cucina: “Noi mangiamo strano!”, promosso dalle associazioni del progetto “memoria e Futuro”.

Dalle calde coste dell’Africa fino ai Paesi più freddi, passando, naturalmente, per Parma: un laboratorio di cucina come momento d’incontro fra persone di cultura diversa che potranno scambiare ricette, cucinare insieme piatti tipici e raccontarsi storie e tradizioni dei propri paesi d’origine.

Gli incontri si terranno il sabato mattina, dalle 10 alle 13, nelle seguenti date: 24 aprile, 8 e 22 maggio, al Centro sociale anziani “Il Tulipano”, in Via Bonomi 42 bis.

Noi mangiamo strano è organizzato da volontari anziani di Parma e giovani migranti al momento residenti in città. La spinta viene dal desiderio condiviso da tanti di conoscere come si stia trasformando la popolazione cittadina e scoprire le storie di vita che stanno dietro a visi apparentemente stranieri.

Per partecipare al laboratorio basta e telefonare a Forum Solidarietà allo 0521/228330 chiedendo di Marina o Cristiana o inviare la scheda d’iscrizione allegata al pieghevole promozionale.

Il Progetto Memoria e Futuro nasce dal desiderio delle associazioni di volontariato dell’area anziani di lavorare in rete per instaurare un dialogo profondo e costante con la propria comunità e con i suoi bisogni.

È sostenuto da: Associazione Anziani Fidenza, AUSER, AVITAS, AVO – Fidenza, Centro Anziani Salsomaggiore Terme, Centro Sociale Anziani “Il Tulipano”, Comitato Anziani Parma Centro, Comitato Anziani San Leonardo, Comitato Anziani di Noceto, Comitato Anziani Oltretorrente – Molinetto, Coordinamento Provinciale Centri Sociali Anziani e Orti, Fondo Provinciale Solidarietà Multisoccorso, Gruppo Sostegno Alzheimer, Il Diamante, VAPA – Fidenza. Inoltre collaborano: VAPA – Parma, Associazione Culturale Parmachesiparla, Circolo ARCI La Gazzera Fontanellato, Circolo ARCI Pontetarese, Unitre, Ufficio Diocesano per la Pastorale degli Anziani.

Il corso è gratuito e aperto a tutti         Depliant del Forum Solidarietà con scheda d’iscrizione in pdf.


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Teatro del Cerchio, presenta “Hamburger” di Leonardo Losavio e Francesco Nikzad. Con Roberto Galano. ,Teatro dei Limoni di Foggia

without comments

Con il patrocinio di:  Provincia di Foggia, assessorati alla:  Cultura, Politiche Sociali Federazione Pugilistica Italiana Nazionale/Regionale./Provinciale. Comitato Provinciale Coni Foggia.

“…Non si sale sul ring senza un buon motivo, e io ne ho almeno due.
Il primo è la rabbia. Mi scorre nelle vene, lungo le braccia, arriva nei pugni. E’ il mio ossigeno.
Non posso farne a meno. Amo stare qua sopra. E’ tutto il mio mondo. Un quadrato di luce e, attorno, il nulla….”
“…Il secondo motivo, invece, è Dante. E’ per colpa sua se sono qui.”

Hamburger è un personaggio all’apparenza violento, antipatico, malato. La rabbia gli scorre nelle vene, come un mare in tempesta, come una centrifuga. Non è un modo per scappare dalla realtà, è la sua ragione di vita, la sua patologia, l’unico modo che ha per far sentire la sua voce. La sua vita, come quella di tanti ragazzi di provincia, è stata condizionata da eventi poco fortunati che ne hanno condizionato la crescita in una società che lo ha messo ai margini, che non lo vuole.

Sabato 24 aprile 2010 Ore 21.00 Teatro del Cerchio   Biglietti:  eur 8,00 adulti  eur 5,00 over 65 e ragazzi sotto i 14 anni.  Teatro del Cerchio  via Pini, 16/a 43100 Parma

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 24th, 2010 at 1:15 am

Arriva “Argini”, il film che fa parlare la gente del Po

without comments

Sabato 24 aprile alle 16.30 a Boretto (RE) verrà presentata sull’ultima nave del “grande fiume” la pellicola di Umberto Asti che racconta il fiume e la sua gente oggi. Partecipazione aperta a tutti

Sugli argini abitano ancora uomini che parlano con il “grande fiume”, il Po, eredità storica di lungo periodo ma elemento indispensabile per il futuro di chi lo vive ogni giorno. Si festeggerà con una gita fluviale sulla motonave Stradivari la presentazione del film-documento “Argini”, dedicato al Po e alla sua gente, al Teatro del Fiume di Boretto (RE) alle 16.30 di sabato 24 aprile. La Stradivari è l’ultima nave importante a trasportare turisti lungo il Po e anch’essa naviga tra non poche difficoltà a causa della scarsa conoscenza che gli Italiani hanno del loro più grande fiume. “Nelle golene e sugli argini del Po, in quella parte d’Italia dove le province di Reggio Emilia, Parma, Mantova e Cremona si incontrano…”: inizia così “Argini”, un viaggio nel presente di una terra agricola, bagnata dal più lungo fiume italiano. In circa ottanta minuti il film-documento in concorso al premio cinematografico David di Donatello ci racconta – attraverso le voci di chi ci vive e lavora – la cultura odierna del Po e le sue rapide trasformazioni. L’occhio attento di Umberto Asti e le capacità analitiche di Marina Rossi, che con Asti ha collaborato alla “costruzione” del documentario, mostrano attraverso la macchina da presa, luoghi dove si incontrano ancora persone in grado di stupirci con la loro autenticità. Ma per quanto ancora?, si domanda il regista. La risposta Asti la cerca senza trovarla nelle antiche trattorie sotto gli argini, incontrano artisti, parlando con la gente comune.

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 24th, 2010 at 1:00 am

Inviato in Notizie

Tagged with ,

Mu Parma, gli energici Skarnemurta

without comments

Venerdì 23 aprile al Mu di via del Taglio grande serata di musica dal vivo con gli energici Skarnemurta, attivi a Parma dall’autunno del 1998.

Il genere proposto dalla band è una miscela originale a base di rock’n’roll, swing, reggae, ska, ritmi latini e balcanici, il tutto suonato con attitudine decisamente punk.

Il riferimento storico-naturale è costituito da gruppi come The Clash e Mano Negra che hanno saputo mescolare con abilità i generi più disparati.

L’attuale formazione comprende GIO alla batteria e ai campionamenti, Gigi al basso, El Indio alla tromba, Garrincha alla chitarra, Sgorbi alle percussioni e Bufo, voce e chitarra.

Ad accompagnare gli Skarnemurta dancehall con Pampanella Sound Squad (reggae), Dhap (maestro di beatbox, l’arte di produrre suoni musicali col solo uso della bocca) e Cefy Sound.

Inizio serata ore 22.30. Ingresso riservato ai soci Arci.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 23rd, 2010 at 1:30 am

Storia e Memoria, anniversari del 23 aprile

without comments

Eventi:
1348: Inghilterra: re Edoardo III proclama il giorno di San Giorgio (*)
1516: Prima edizione dell’Orlando furioso di Ludovico Ariosto
1946: La Piaggio deposita il brevetto della Vespa Piaggio
1956: Elvis Presley tiene il suo primo spettacolo a Las Vegas
1967: Lancio in orbita della Soyuz 1: a bordo Vladimir Komarov
1985: Buenos Aires: si apre il processo sui desaparecidos
2003: Le compagnia Air France e British Airways annunciano il ritiro definitivo dei Concorde   Nati:
1564: W. Shakespeare, scrittore
1775: William Turner, pittore
1858: Max Planck, premio Nobel
1891: S. Prokofiev, compositore
1928: Shirley Temple, attrice   Morti:
1508: Guidubaldo di Montefeltro
1616: Miguel Cervantes, scrittore
1850: William Wordsworth, poeta
1986: Otto Preminger, regista
1990: Paulette Goddard, attrice   Santi cattolici:
San Giorgio Martire di Lydda (*), Sant’ Adalberto di Praga martire,  Sant’ Olivo, San Giorgio di Suelli, Santa Norina badessa, San Mercuriale, Beata Teresa Manetti, Beato Egidio d’Assisi, Beata Elena Valentini
(*) San Giorgio
Martire di Lydda   È patrono dell’Inghilterra, di molte Regioni spagnole, del Portogallo, della Lituania, di città come Genova, Campobasso, Ferrara, Reggio Calabria e di centinaia di altre città e paesi.
Forse nessun santo sin dall’antichità ha riscosso tanta venerazione popolare, sia in Occidente che in Oriente; chiese dedicate a San Giorgio esistevano a Gerusalemme, Gerico, Zorava, Beiruth, Egitto, Etiopia, Georgia da dove si riteneva fosse oriundo; a Magonza e Bamberga vi erano delle basiliche; a Roma vi è la chiesa di S. Giorgio al Velabro che custodisce la reliquia del cranio del martire palestinese; a Napoli vi è la basilica di S. Giorgio Maggiore; a Venezia c’è l’isola di S. Giorgio.
È considerato il patrono dei cavalieri, degli armaioli, dei soldati, degli scouts, degli schermitori, della Cavalleria, degli arcieri, dei sellai. La Chiesa Orientale lo chiama il “Megalomartire” (il grande martire).
La sua figura è avvolta nel mistero, da secoli infatti gli studiosi cercano di stabilire chi veramente egli fosse, quando e dove sia vissuto.
Le poche notizie pervenute sono in opere letterarie come “De situ terrae sanctae” di Teodoro Perigeta del 530, il quale attesta che a Lydda (Diospoli) in Palestina, oggi Lod presso Tel Aviv in Israele, vi era una basilica costantiniana, sorta sulla tomba di san Giorgio e compagni, martirizzati verosimilmente nel 303, durante la persecuzione di Diocleziano (detta basilica era già meta di pellegrini prima delle Crociate, fino a quando il sultano Saladino (1138-1193) la fece abbattere).
Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 23rd, 2010 at 1:15 am

Inviato in Notizie Parmensi

Tagged with ,

Inaugurazione della mostra “Ricordando Krzysztof Kieslowski. Fotografie di Piotr Jaxa” che avrà luogo venerdì 23 aprile, alle 18.00, nel Museo Diocesano (piazza Duomo, 12) di Padova

without comments

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 23rd, 2010 at 1:00 am

FIDENZA I RAGAZZI DELLA MEDIA ZANI HANNO VINTO IL 1° e 2° PREMIO AIDO PARMA

without comments

Soddisfatto il Preside Mesolella

I ragazzi della Scuola Media Statale “abate Pietro Zani” di Fidenza hanno vinto il Concorso “Una scelta consapevole” sulla Campagna informativa regionale dell’Associazione Italiana Donatori d’Organo. Botti Valeria della classe 3^E si è classificata al secondo postio, mentre tutta la classe 3^ D si è classificata al primo posto con un premio in denaro intestato alla prof.ssa Claudia Bertuizzi, docente referente del progetto. Pertanto gli alunni della media Zani giovedì 27 maggio prossimo alle ore 16 riceveranno il premio presso l’Auditorium del Centro congressi CariParma di Via Spezia a Parma. La manifestazione conclusiva del progetto AIDO per l’a.s. 2010 è stata promossa dal Comitato Provinciale per la donazione ed il trapianto di organi, tessuti e cellule di Parma. Nell’occasione verrà consegnato un premio agli studenti vincitori del Concorso e verrà dato un contributo in denaro alla scuola. Soddisfatto per il risultato raggiunto, il Dirigente Scolastico della Media Zani, prof. Paolo Mesolella, che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa e del messaggio umano e civico che il volontariato e l’AIDO in particolare ha saputo trasmettere ai giovani studenti.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 22nd, 2010 at 9:10 pm

BAMBINI IPERATTIVI: RICERCA INGLESE, PREMI E INCENTIVI SONO MEGLIO DEI FARMACI

without comments

Studio pubblicato su Biological Psichiatry: “Nei bambini affetti da sindrome di disattenzione e iperattività (ADHD), gli incentivi possono avere lo stesso beneficio dei farmaci”. Poma (Giù le Mani dai Bambini): “Sono sei anni che lo ripetiamo alle istituzioni di controllo sanitario italiane: si investa di più su percorsi non farmacologici”. Roberti (psichiatra): “Dimostrata con metodo scientifico l’efficacia di strumenti psicopedagogici noti da un secolo”. Ajmone (psicoterapeuta): “l’iperattività è un sintomo, non una malattia, ed il nulla si può curare in infiniti modi con infiniti buoni risultati”

Torino, 22/04/2010 – Recentemente pubblicato su Biological Psichiatry, lo studio della Nottingham University “Effects of motivation and medication on electrophysiological markers of response inhibition in children with attention-deficit/hyperactivity disorder”, conferma quanto parte della comunità scientifica sostiene ormai da anni riguardo il comportamento troppo vivace dei bambini: riscontri positivi e “contenitivi” nel miglioramento delle performance comportamentali si possono ottenere non solo con l’utilizzo di farmaci – causa di potenziali effetti collaterali anche gravi – ma con strategie pedagogiche quali, ad esempio, quella della “ricompensa a breve termine”. Lo studio infatti ha dimostrato la pari efficacia, in termini di normalizzazione del comportamento, fra il trattamento psicofarmacologico e l’utilizzo di stimoli e ricompense per “premiare” la corretta esecuzione di compiti. I risultati della ricerca vengono accolti positivamente dal Dott. Paolo Roberti di Sarsina (Dirigente di psichiatria dell’ASL di Bologna): “L’elemento psicopedagogico alla base di questo semplice ma efficace esperimento è quello della esperienza continua e gratificata per apprendere su di se, con il risultato evidente di un contenimento degli eccessi. Va ricordato che la psicopedagogia Steineriana – in uso in tutto il mondo da ormai un secolo – è basata proprio sull’apprendimento attraverso l’esperienza, e in questa ottica la ricompensa – intesa nel significato profondo di appagamento dell’io – è uno strumento chiave.”

Read the rest of this entry »

“I have a dream” a Collecchio si canta la Pace

without comments

Gli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Collecchio, hanno affidato ad Educarte l’organizzazione della quinta edizione della rassegna – concorso di canzoni e musiche dal titolo “I HAVE A
DREAM”. La manifestazione che si terrà a Collecchio sabato 24 e domenica 25 luglio, nasce con l’intento di stimolare la creatività e l’aggregazione tra i giovani, e di favorire la riflessione su un tema di grande importanza per la nostra società: la PACE.

Come amava ricordare Martin Luther King, la Pace è: “.il sogno di tanti di noi.”, il sogno di un mondo dove tutti vivano liberi e in pace, dove l’amicizia tra i popoli regni sovrana, dove il ricorso alla guerra viene sostituito dalla cultura della tolleranza, del dialogo e dell’accettazione.
La musica ben si presta a diffondere questo tipo di messaggio, e lo dimostrano i numerosi artisti (da Bob Marley agli U2, da Bob Dylan a Ligabue), che hanno utilizzato le loro canzoni per farci capire quanto queste cose non debbano mai essere date per scontate.

Al Concorso sono ammessi tutti gli artisti (gruppi o cantanti singoli) dai 15 ai 35 anni di età, residenti nel territorio nazionale, che abbiano un brano di propria composizione che faccia riferimento al tema della pace, della tolleranza fra i popoli, del rispetto delle diversità di razza, lingua o religione.

Locandina dell’evento I HAVE A DREAM Scheda di Partecipazione 2010 I HAVE A DREAM 2010 Regolamento

Le iscrizioni sono aperte dal 1 marzo al 7 giugno 2010!

INFO E ISCRIZIONI: 0521-302504; educarte@comune.collecchio.pr.itinfo@educartesrl.it

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 22nd, 2010 at 1:45 am

“Il ritorno del padre”

without comments

Un successo oltre ogni aspettativa per i laboratori sulla figura paterna organizzati dalle associazioni Aeduca ed Eliot con il patrocinio del Comune. Già esaurita anche la seconda edizione.

“Tutto esaurito” anche per il secondo laboratorio “Il ritorno del padre” condotto dallo psicologo Paolo Ferliga e organizzato dalle associazioni Aeduca e Eliot con il patrocinio dell’Assessorato al Welfare del Comune di Parma, che si terrà alla Biblioteca Pavese, il 22 e 29 aprile. Un successo al di là di ogni aspettativa (cento partecipanti in totale tra i due laboratori) che ha spinto le due associazioni a programmare per il prossimo autunno una nuova edizione del corso sulla figura paterna.

Gli interessati possono contattare Aeduca al numero 389.1971659 o inviare una mail a associazione.aeduca@gmail.com per prenotare la partecipazione alla prossima edizione.

Una nuova occasione per incontrare Paolo Ferliga sarà il 14 maggio, alle ore 17.30 presso la libreria Fiaccadori, quando lo psicologo verrà a Parma per presentare il suo nuovo libro Attraverso il senso di colpa. Per una terapia dell’anima, Ed. San Paolo.

Alla prima edizione dei laboratori hanno partecipato circa 50 persone, in gran parte padri, alcuni dei quali separati, e poi insegnanti e coppie di genitori.

Read the rest of this entry »

Scritto da Staff_NelParmense

aprile 22nd, 2010 at 1:30 am