Prima data del tour per la BANDABARDÒ, in concerto con 20 anni di hit, da «BeppeAnna» (Attenzio’, concentrazio’…) fino a «L’improbabile»

nessun commento

 

Bandabardo_foto_ufficialeVenerdì 19 febbraio al circolo Arci Fuori Orario di Taneto, ore 22.30

Il nuovo tour della Bandabardò parte venerdì 19 febbraio 2016 dal circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia), il club a cui il gruppo toscano ha addirittura dedicato un album nel 2006 (la raccolta con inediti «Fuori Orario») e dal quale manca ormai da un anno e mezzo. Il concerto inizia alle ore 22.30 e offre il meglio dei 13 album pubblicati dalla Bandabardò in 20 anni di carriera discografica, dall’esordio con «Il circo mangione» (1996) all’ultimo cd di inediti «L’improbabile» (2014). Un folk-rock intenso, trascinante e divertente, con acclamati hit come «Vento in faccia» e «BeppeAnna» («Attenzio’, concentrazio’, ritmo e vitalità»).

Ingresso riservato ai soci Arci e biglietti a 15 euro, in prevendita nei punti abituali e su www.arcifuori.it. Per chi non è interessato al concerto, ingresso a 12 euro con una consumazione inclusa e accesso alle altre aree. Dopo lo show, dall’1 dj set di Lu Puccione e «free zone», ingresso gratuito senza obbligo di consumazione. Il Fuori Orario apre alle 20, insieme al punto ristoro (per la cena prenotare allo 0522-671970). Dalle 20 alle 22, Apericena offerto con selezione musicale di Puccione. Servizio bus gratuito da Parma sostenuto dal club: orari, fermate e info su www.arcifuori.it.

La Bandabardò non finisce mai di stupire. Negli ultimi mesi, con l’amico Jacopo Fo, ha dato vita a un progetto colossale per smascherare le grandi bugie della storia. Raccontato in anteprima da Il Fatto Quotidiano e ispirato al libro dello stesso Jacopo «La vera storia del mondo», questo kolossal è un film-musical con la collaborazione della Banda, che ha regalato la musica della canzone «I Mammut», oltre alla propria presenza, per un video-promo girato alla Libera Università di Alcatraz, dove già era stato concepito l’ultimo album «L’improbabile». Il progetto con Fo parla di «generali imbecilli, sacerdoti sadici, invenzioni geniali, orge di massa, divinità criminali, popoli indomabili, guerre inutili, complotti demenziali. Tutto quello che a scuola non vi hanno raccontato perché ai potenti conviene censurare la storia».

Tra le band più vitali d’Italia, capace di coinvolgere il pubblico in un’interazione perpetua a partire dalla propria estrazione folk, la Bandabardò non è nuova all’uso delle telecamere, basti dire che nel 2014 lo scrittore-conduttore Carlo Lucarelli ha realizzato il docu-film «Bandabardò – Un mistero italiano» su Sky Arte per i 20 anni di vita del gruppo più «fricchettone» d’Italia e il traguardo dei mille concerti. La Banda si presenta al Fuori Orario guidata dal leader Enrico «Erriquez» Greppi alla voce e alla chitarra acustica, con il cofondatore Alessandro «Finaz» Finazzo alla chitarra virtuosa e solitaria e ai cori, Donbachi al basso, Orla alla chitarra elettrica, Nuto alla batteria, Cantax fonico e il fondamentale apporto di Ramon alle percussioni, tromba e voci e Pacio alle tastiere e fisarmonica.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Scritto da Staff_NelParmense

febbraio 19th, 2016 at 5:55 am

Pubblicato in Notizie

Tagged with